Oggi le nuvole si fingono terre lontane

che più le guardi e più sembrano vere.

Fugge dal corpo lo spirito ribelle.

Lo vedo partire -ardito pioniere-

a piantare bandiere

nelle regioni del cielo.

Non tornare mai più

quaggiù.

Dove il tempo consuma la materia.

Vola tra gabbiani immaginari

tu stesso immaginifico essere celeste.

Io t’osservo da qui; mentre aspetto le trebbie

a preparare terra nuova, di cui sarò concime.

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ibla  

Questo autore ha pubblicato 122 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.