Tra le mie braccia sorride, l’amore.
I mali castiga di questo andare
verso l’indecifrabile futuro
lungo le strade senza più aiuole.

Uno diventa il respiro d’ognuno.
Salda è la voglia di stringere tutto,
anche i colori che non incantano
per poi indurli a virare in un blu.

La vita si denuda di zavorre
pur di adagiarsi sull'ala del volo.
E s’apre del tutto, il sipario
sulla scena della non commedia.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 198 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Simone
+1 # Simone 13-04-2019 02:55
Già il titolo e'poesia ...complimenti sinceri letta e riletta con trasporto a ritrovare quelle sfumature ...saluti mi ha dato molto da pensare leggendo .
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 13-04-2019 17:19
Il respiro si fa pesante come una zavorra, bellissima grazie un caro saluto Aurelio.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.