Quando domani assolderò il tuo cuore
per sentire il vento del mio caldo Sud,
riaccenderò la fiamma di pallide speranze
nel tuo sorriso rubato a caro prezzo.

Spalancherò il mio salotto colorato,
disteso lungo il cavo della mano,
novello e azzurro paradiso
per ospitare il tuo amore strano.

Quando domani ti stringerò al petto,
inghiottirò le mie gocciole di cielo,
un briciolo di luna vagabonda
e, solo guizzi d’una stella pellegrina.

E se ti sgriderò affetto,
vorrei avere il mondo intero testimone
oppure nessuno ad ascoltare
le mie salate confessioni.

Quando domani mi vedrai partire,
non so cosa potrà accadere.
Ora, sono distratto dal fumo di questa sigaretta
che mi invita a non pensare…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 167 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.