La bolgia è dispersa
nei rintocchi di passi 
dove tace ogni sole 
E il pallido Giglio
sorride alle forche 
si stringe...
nelle voci della Vandea
esilio al nero ricordo 
Nell'inno defunto di luglio 
destituito ogni verso 
per la gloria assetata
nelle strette sottane 
di vecchi teatranti!


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Simone  

Questo autore ha pubblicato 153 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antilirico
+2 # Antilirico 21-04-2019 12:32
versi pregevoli… sembrano riecheggiare eventi dell'89...
Simone
+1 # Simone 21-04-2019 19:08
Grazie Anti si e' riferita a quel momento e credo che fa un po' da specchio ai tempi odierni ..auguri di nuovo
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 22-04-2019 19:31
Si adattano si anche attualmente purtroppo, bravissimo Simone.
sasha
+2 # sasha 22-04-2019 22:25
http://www.veja.it/2014/07/29/vandea-genocidio-dimenticato-secher/
Simone
+2 # Simone 23-04-2019 06:29
Quando le rivoluzioni diventano dottrine e un passaggio di potere un saluto e grazie Sasha e Silvana

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.