Ma io lo avevo detto
che avrebbe nevicato anche ad aprile

e il pesco in fiore avrebbe avuto freddo
se tutte le parole scese si fossero disperse
leggere come acqua, colata tra le altre gemme

(ma se mi abbracci
 e come di neve avvolgi
 ovattando spigoli
 il mio cadere si fa lieve

 tra l’alcova ed il rifugio
 dove resto emigrante
 isolato, scordato
 volutamente perso)

Allora la neve si fa sogno
lasciandosi scaldare dal mio Sole
e ancora un’alba chiara
vorrò rubarti
smarrendomi di voglie

- ai baci tuoi -

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: sasha  

Questo autore ha pubblicato 141 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.