M’hai regalato un pesce - da compagnia
senza sapere che si tratta di un dramma

Vedi, ha l’occhio spento e dentro sarà anche peggio
il cuore, ancorato in una elegante bolla - senza uscite
il grugno alla parete nel muto picchiettare
la volontà di un grido,
in faccia alla predazione di questo mondo
Non gli rispondi, t’immagini che muto sia uguale a sordo

M’hai regalato un pesce,
è un caso di coscienza...
vedi come le branchie confondono la bava
con la schiuma viva del torrente



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 663 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

alec18marzo*
# alec18marzo* 28-04-2019 20:47
Evviva il pesciolino che guizza libero nelle acque di quel torrente...
Bravissima.
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 30-04-2019 14:14
Grazie mille, alec!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.