Volerò via.
Lontano dalla 
bocca del fiore e
dalla suggestione
della memoria,
mi poserò
come 
una virgola
fra un capriccio
e il suo rimprovero.

Sarò la bolla di sapone
che si schiuderà dalle mani,

che si librerà nel cielo azzurro
per sublimare come lacrima.
Non c’è embrione né vita
nella chimica
dei ricordi,
solo

tracce

di sgomento

e qualche macchia

di felicità momentanea.

Tu fai pure finta di non 

essere mai esistita,

che io preferisco

la stravagante

idea

d’esser

da sempre

un pensiero non detto:

l’eternità che si culla

nel confortante

abbraccio

del suo
oblio.

La nostra immaginazione ingrandisce così tanto il tempo presente, che facciamo dell’eternità un niente, e del niente un’eternità.

(Blaise Pascal)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 614 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.