Rimpiangerai il Tempo
di quando i genitori erano in vita?

Non credo! se non sai più sorridere
e non apri le tue braccia
rimanendo impassibile, lì, a gridare come un ossesso
ogni tua frustrazione

- prigioniero in una maschera sgarbata -

Mi appare agli occhi e al cuore
il senso di meschinità; quel senso che ti contraddistingue

(Tu, che non ricordi le radici
  che non ricordi il tempo in cui ti hanno cresciuto
  coccolato, carezzato...
  Che non ricordi i sacrifici
  non ricordi più nulla perché il tuo cuore è pieno d’orgoglio
  Tu, che li deridi
  Tu, che li spaventi
  Tu, che gli urli in faccia)

 Tu, che lentamente li uccidi

Dimmi, come si può avvilire i tuoi genitori?
Come si può, continuamente, sottilizzare sul nulla
Come si può, insistere su povere ossa... vecchie...
che avrebbero bisogno di carezze?

Io, non ti riconosco più

- io... non voglio riconoscerti -

L'immagine può contenere: testo

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: sasha  

Questo autore ha pubblicato 135 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.