foto AhimèTra poco dovrebbe tornare
calda, afosa, torrida che sia,
ennesima stagione transitoria
che per l'età fugge
vorticosamente via,
come l'onda s'infrange
sul mare increspato,
anche l'ambrata pelle
non si accorge
che di tempo ne è passato,
che un raggio di sole
si posa sui capelli mossi sfumati,
e risvegliasse quei sogni
sotto la sabbia
temporaneamente addormentati,
se la musica del vento bizantino,
è la prima stella luminosa 
ricamasse l'infinito sul cuscino,
come Dea estiva vorrei essere
drappeggiando con l'argentea luna
un pizzico di benessere.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: valeria viva*   Sostenitore del Club Poetico dal 16-06-2015

Questo autore ha pubblicato 42 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.