... persone
sulla stessa strada
distanti - d'istanti
passati sotto i filari
lungo l'argine a ridosso
pietroso
scalzo -

Feriti
dai gemiti dell'acqua
avvolta, di volta in volta
in vortici fraudolenti

Urlo, ma tu non senti;
menti a te stesso sul fulgore
di ciò ch'è stato - amato
perdutamente - e poi smarrito

sotto miliardi di lucciole
lungo l'argine

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: sasha  

Questo autore ha pubblicato 146 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
+2 # Ibla 30-05-2019 11:06
La vita ti ha travolto come un fiume in piena, ma non puoi fare a meno di pensare a quello che hai perso lungo il cammino.
Qualuno che non ha avuto il coraggio di bagnarsi alla tua stessa sorgente.
Mi piace!
Un saluto da Ibla.
Simone
+2 # Simone 30-05-2019 21:05
Quel verso distanti di istanti e ciò che in qualche maniera provo ...e quell'urlo silenzioso e' spesso una lotta impari...ma credo che sia la poesia a liberarci e anche a volare più in alto delle nubi...un saluto Sasha
Alessio
+2 # Alessio 02-06-2019 13:11
Un'atmosfera reale che man mano si trasforma quasi in un sogno, che culmina con gli ultimi due versi. Apprezzata
sasha
# sasha 29-08-2019 00:58
Sotto miliardi di lucciole... grazie ancora!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.