Era la favola più bella,mai vista,mai scritta,
La perfezione dell’amore più raro,
Era la felicità che non ho mai conosciuto,
Quell’emozione che non ho mai provato,
Tutto ciò che si potesse desiderare
C’era in quegli occhi che esprimevano sicurezza
Che gelavano il cuore, che entravano nell’anima.
Come si può accettare che non ci sei più?
Uno sparo……ed è finito tutto
Chi ha scritto questo destino crudele?
E per quale ragione Dio lo ha approvato.
Ma come ci si può rassegnare, chi osa pensare che esista 
Una rassegnazione ad una violenza inaudita,cruda ingiusta
E come ci si mette piede in una chiesa dove dicono che c’è Dio,
Dov’era quel giorno quando uno sparo ha distrutto tutto,
Che senso ha pregare,e cosa significa avere fede,
No! Non ci stò ,non lo accetto.
E tu che dici di essere onnipotente
Sei solo un protagonista di una qualsiasi storia scritta,
La comune fiaba che rispecchia la fantasia,
Sei un nome stampato in un libro:

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: GENNY CAIAZZO  

Questo autore ha pubblicato 46 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.