Si apre la spartana ribalta

Di sopra non c’è nulla di nuovo

Teresa seduta che aspetta

Lavora a maglia e ricorda

Un pesce rosso e il suo acquario

Una vaschetta bianca ormai vuota

Nata per creme al gelato

Gli sciami d’api sui peschi

Tra il fumo ritrovano casa

Lordure di ragazzini

Inventano scuse al ritardo

Senza concedere ansie

Al senso inventato del tempo

Promettono ancora un domani

E corse impazzite nei campi

E giostre immaginate negli occhi

E colori su tutto

E...

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 97 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.