I miei pensieri fangosi
Incollano le vipere
Ai muri del mio spirito.

Nel mio respiro troppo fumo
Nel mio stomaco troppo vino.
Non è l'alterazione insana

È solo l'estasi del momento
Durato troppo, solo un secondo,
Che compensa un dolore cosmico.

Mai ho provato tanto ardore, 
mai questa logorante gioia
di leccare la vita

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giulia  

Questo autore ha pubblicato 11 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Antilirico
+1 # Antilirico 23-06-2019 22:48
Un’evasione dalla realtà e dalle dinamiche oppressive e omologanti dell’ordinaria quotidianità attraverso un estatico, seppur temporaneo, sregolamento dei sensi. Un’esortazione ad una vita vissuta con ardore e intensità, sino a “leccarne” l’anima più recondita e primordiale. Poesia apprezzata, condivisa e interiorizzata. ..
Giulia
+1 # Giulia 24-06-2019 10:23
''condivisa e interiorizzata' ', è tipo la cosa più bella che mi abbiano detto su quello che scrivo. Grazie :)
Aurelio Zucchi
+1 # Aurelio Zucchi 24-06-2019 12:51
L'epilogo è poeticamente molto importante, Sei brava.
Ciao
Aurelio
Giulia
# Giulia 24-06-2019 12:52
Grazie!!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.