Girerò per di là, che la mia guarda

non verso il blu ma all'agave tatuata
di nomi e cuori di poveri illusi -
una di quelle scalinate doppie
con al centro un grande santo
carezzante un orso.
Certo che se avessi scelto la destra
come il giovane danese biancolatte
bianche la spuma del mare
e la nervatura classica degli scogli, che luna immensa.



xx

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1189 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
+2 # Ibla 16-07-2019 13:24
I nostri pensieri sono sempre un passo avanti a noi o un passo indietro; difficilmente riusciamo a fissarli allo stesso momento o alle stesse cose che stiamo vivendo, osservando.
Un saluto da Ibla. *****
Alberto Automa*
+1 # Alberto Automa* 17-07-2019 20:13
...ricambio il saluto, Ibla, e grazie del comento e della tua attenzione ;-)
Tea
+2 # Tea 18-07-2019 21:41
...poi leggi e rileggi qualcosa mi succede...incia mpo nel bianco e guardo la luna... ;-)
Alberto Automa*
+1 # Alberto Automa* 19-07-2019 18:51
...ore 19, eppure moonlight… grazie Tea, un saluto :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.