Mi son fermato a guardare

le tue spalle, le mostrine

quel cappello messo diritto

dove il saluto sa finire

Mi son fermato alla paletta

al tuo buonasera di fretta

è il tuo lavoro, i miei documenti

ed ho guardato  la pistola

nella fondina che si riposa

ed ho pensato, avrà sparato

avrà colpito oppur dormito

Poi hai nella mano i documenti

arrivederci e vada piano

E quante volte ho forse riso

del tuo operato e quante volte

avrò sbuffato per l’attesa

ed avrò generalizzato

Ma oggi ho capito

che il valore non è sul petto

o nel tuo grado

ma in ciò che ti hanno insegnato

ad esser uomo ad avere un cuore

per aiutare e difendere le persone

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: tempo di poesia  

Questo autore ha pubblicato 193 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Ibla
+1 # Ibla 30-07-2019 13:15
Bellissimi versi, molto commoventi, alla luce degli ultimi abvenimenti.
Un saluto da Ibla.
Michelina
+1 # Michelina 30-07-2019 14:15
Molto bella,complimen ti.
Passione infinita
+1 # Passione infinita 30-07-2019 14:32
Commovente.
Bravo!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.