I difetti, una risorsa,
ci si distingue
dalla massa.
La bocca di mamma,
il naso di papà,
un'appartenenza
che ognuno ha.
Salta all'occhio
un dolce sorriso,
una piccola ruga
che segna il viso.
Che noia le labbra
gonfie fotocopia,
oppure zigomi
sporgenti senza storia.
O gli occhi tirati su
come orientali.
una serie di
immagini tutte uguali.
Ti guardi allo specchio
non sei più tu.
La fossetta del nonno
non c'è più.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Michelina  

Questo autore ha pubblicato 148 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

poesie profonde*
+1 # poesie profonde* 01-08-2019 16:47
Davveo molto piaciuta, soprattutto il verseggio. Un saluto
Passione infinita
+1 # Passione infinita 02-08-2019 15:57
Molto bella,
un saluto

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.