Finiti i modi buoni, e i grani del rosario,
la veste viola tornava a riposare appesa;
nel sole del giorno dopo l'anniversario
la gente moriva di nuovo restando lì, sospesa.
 
Il mare pareva avere ritrovato le canzoni, 
ma nella giornata breve di una data quasi uguale 
il destino di un torrente con terribili intenzioni,
dalle cravatte lucide di posa, brillava tutta la forza del suo male.

Un altro giorno in più che precipita nell'anno prima,
o nella fede di parole lontane vestite in bianco,
senza che si perda mai di riverenza né di stima
nei confronti di mandrie di assassini e fottuti capibranco.

Senza anima ne volto
c'è chi trovò opportuno
regalare vite a un ponte
nato e morto maledetto.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Davide Bergamin  

Questo autore ha pubblicato 66 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Simone
+1 # Simone 15-08-2019 08:20
Un mio pensiero a Genova ...vorrei non sentire più di sviluppo crescita e strutture vitali e di posti di lavoro...forse esco un po' dal tema della tua viva poesia ma ciò che mi sembra è un labirinto da cui non se ne esce...il resto e' nella coscienza di chi crede solo in se stesso ... questa elite che trova sempre un punto di svolta...la chiamano demagogia questa rabbia di chi invece spesso non ha voce in capitolo...poes ia che dovrebbe arrivare alle sorde menti di chi dello scempio ne diventa il suo scultore
poesie profonde*
+1 # poesie profonde* 15-08-2019 13:11
Ponte che poteva resistere ancora se il tempo avesse avuto la sensibilità necessaria per non far pagare agli innocenti lavori non eseguiti con le giuste procedure. Grazie per aver condiviso questa poesia molto sentita

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.