Aiuto! Amore mio dove sei?
Non ti vedo, sono seppellito!
Stendi una mano, fai qualcosa!
Fatti vedere! Soffoco! Aiutami!

Cosa è successo? dove siamo?
Non c’è  luce, mi manca l’aria!
Sono bloccato da un macigno!
Scava, trova una leva, spostalo!

Sembra sia una galleria, un tunnel!
Sto morendo, non ricordo niente!
Mi sembra stessimo per partire,
forse un incidente, una disgrazia?

Forse un terremoto, un tsunami!
Ma non vedo  lamiere, solo calcinacci,
rottami che mi bloccano le gambe!
Ecco, ora ho liberato una mano!

Ho tanto freddo, sto anche tremando,
respiro a stento,  ma il cuore batte!
Palpita forte, sembra sia impazzito!
Sento scorrere sangue, sulle gambe!

E tu, dove sei? Perché non rispondi?
Se mi senti, manda un segnale!
Parlami, grida, toccami, batti qualcosa,
sto muovendo le dita, guarda,  le vedi?

In fondo,  mi sembra di veder la luce!
Un filo di speranza si accende dentro,
anche se piccola, tanto quanto un occhio,
quella è la via d’uscita! E’ la salvezza!

Se solo potessi liberar le gambe,
scaverei con le unghia e con i denti,
griderei forte, a perdifiato, fino a sgozzarmi,
qualcuno prima o poi dovrà sentire!

Sento vocii confusi, rumori di pale,
arrivano a sprazzi e sono lontane,
forse verrà qualcuno in mio soccorso,
forse di me, salveranno solo il corpo!

Ma ecco che ad un tratto, ad occhi chiusi,
il suo bacio caldo, si posa sulle mie labbra!
Io mi sveglio, la guardo e poi l’abbraccio,
lei sorridendo mi chiede, cosa hai sognato?


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Giò For  

Questo autore ha pubblicato 55 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Hera
+2 # Hera 05-02-2018 12:30
Gli incubi sono sempre tremendi... un caro saluto.HERa
Giò For
+1 # Giò For 05-02-2018 13:24
Grazie infinite di vero cuore per il tuo commento, carissima Hera!
Sei sempre gentilissima!
Buon e sereno inizio settimana a te e famiglia!
Un affettuoso abbraccio!
Giò For
+1 # Giò For 05-02-2018 13:52
Anche se questa poesia è stata ispirata dalla fantasia e sembra surreale, vi assicuro che qualcosa di reale c'è!
Diverse notti sono stato svegliato da mia moglie perché quando sogno cose brutte, anche se non sempre, parlo e grido!
Non è una malattia e/o la conseguenza della mia conduzione di vita ma, solo la mia preoccupazione ed il timore di morire prima di aver sistemato la mia famiglia che tanto amo e che mai vorrei lasciare in un futuro incerto e traballante.
Quando qualcosa mi preoccupa, mi turba e mi tormenta, ahimè, mi succede questo!
Anche se il sogno di questa poesia è frutto della mia immaginazione, la scelta dell'argomento è caduta su qualcosa di reale, qualcosa che è accaduto, che accade ed accadrà sempre!
Mi riferisco a terremoti, tsunami, esplosioni di gas, crolli di strutture per mancanza di manutenzione, attentati terroristici, guerre, collaudo di testate nucleari e, chi più ne ha più ne metta!
Mi dispiace ch'io non abbia potuto allegare il video della mia declamazione ma, se qualcuno si sofferma a leggere con attenzione, rispettando la punteggiatura e immedesimandosi nel personaggio, ne prova anche l'ansia e le emozioni che l'autore voleva trasmettere!
Buona lettura e, grazie a chi volesse anche commentare!
Ugo Mastrogiovanni*
+2 # Ugo Mastrogiovanni* 06-02-2018 11:55
L’autore analizza un tema studiato da sempre e dibattuto da molti. Con questi versi, in piena libertà espressiva, Giò dà spazio al suo sfogo quasi dimenticando le leggi della logica. La psicologia sostiene che gli incubi notturni sono l'espressione di pensieri e sentimenti che evitiamo di giorno, quindi per lui non sarebbero altro che il ripetersi delle molteplici preoccupazioni che lo assillano. I suoi “incubi di sogno” sono una difesa, quasi uno strumento terapeutico che gli suggerisce di allontanare dalla mente le molteplici responsabilità che si impone e che per altri sono un evolversi del normaleiter di un capo famiglia. Così come ha fatto con questi versi, nel sogno l’autore ricorre al suo inconscio per analizzare e rielaborare un materiale temporaneamente rimosso ma sempre presente nella sua psiche. Di certo la dolcezza del risveglio cancella tutto, anche se solo provvisoriament e, perché alla base esiste certamente l’emotività innata, che difficilmente si cancella.
Giò For
+1 # Giò For 06-02-2018 19:07
Grazie infinite di vero cuore per il tuo bellissimo, meraviglioso e stupendo commento, carissimo Ugo!
Hai centrato in pieno la spiegazione del mio problema che, effettivamente, va fuori dalle leggi della logica!
Tu, non sei soltanto un poeta, una persona ed un amico speciale ma, anche un bravissimo psicologo ed uno straordinario letterato!
Questi miei incubi notturni, sono certamente causati dalla mia innata emotività ma, anche e soprattutto, dalla grande responsabilità di capo famiglia!
Il timore di sbagliare, di non fare fino in fondo il mio dovere, di non riuscire a dare una solida sistemazione alla famiglia, è diventata per me una vera ossessione della quale non riuscirò mai a liberarmi!
Al mio risveglio però, non sono mai riuscito a ricordare cosa ho sognato e quindi, l'argomento di questa poesia è interamente inventato ma, ho cercato di assimilarlo ai reali ed attuali incubi che, sempre più, turbano ed assillano la nostra società!
Buona e serena serata a te e famiglia!
Un affettuoso abbraccio!
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 24-02-2018 16:35
Molto spesso ho avuto degli incubi, ma forse è vero che sono una realtà velata, grazie ciao.
Giò For
# Giò For 24-02-2018 21:43
Si, Silvana!
Gli incubi notturni, in un certo senso, sono una realtà velata come tu dici ma più precisamente, come dice l'amico poeta Ugo, sono l'espressione di pensieri e sentimenti che evitiamo durante il giorno quindi non sono altro che il riflettersi di quella realtà che ci assilla, ci tormenta ma che ci suggerisce di allontanare dalla mente i brutti pensieri.
Certamente i sogni pero, non sono mai chiari e risultano sempre confusi e velati!
Grazie per il commento!
Buona e serena serata a te e famiglia!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.