Ed io invece ristagno 

sul fondo adatto 

le pieghe al mio corpo,
lascio il mio peso morto 

sulle articolazioni stanche, 

immobile il capo sulla spalla 

preme il tempo che passa
senza alzare gli occhi,

e le braccia dal collo, stracci zuppi
muovono le polveri fluttuati,

le sole luccicano in mezzo al buio

ai pochi fili di luna.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Lehel  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Michelina
# Michelina 06-11-2019 15:59
Molto bella.
Kate
+1 # Kate 06-11-2019 18:08
Notevole e di singolare espressività.
Tea
# Tea 07-11-2019 14:10
... piaciuta molto... non deludi mai... ciao :-)
Lehel
# Lehel 07-11-2019 16:29
Grazie, i vostri commenti mi fanno sentire compresa ????

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.