Capelli biondi ed occhi azzurri no!
Va bene tutto ciò che mi appartiene,
un corpo adatto alla sopravvivenza,
un buon respiro che promette, e basta.

Rinascerò nella modesta casa
avvolto in panni bianchi d’altri tempi,
dal dolce amore di mammà Cesira
sotto lo sguardo d’un papà patriarca.

E crescerò tra un terrazzo e il mare,
grembiule azzurro ed un panino,
una preghiera la domenica mattina
e il buon ragù, cotto per ore ed ore.

Cambiatemi però un po’ di cuore,
dotatemi di quella poca cattiveria
che, brutta pur quanto la notte scura,
mi aiuti a scavalcare sofferenza.

Rinascerò nel mezzo d’alba antica,
il mare a dirmi non ti cambieranno,
il sole a escogitare un buon sistema
che fermi il tempo al dolce tempo.

Cambiatemi però un po’ di cuore,
fate che indenne superi gli inganni,
non permettete ch’io perda gli anni
a ripensare al mondo mio migliore.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 201 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.