Mentre
accarezzavo 
le tue mani
progettavi 
la tua fuga 

riempivi il cofano 
delle tue cose 

la pioggia dagli occhi
mi offuscava la vista
ma rendeva chiaro il mio dolore

 nevico' senza mai smettere
per giorni infiniti 

 attesi aliti caldi
e occhi per guardarmi

ma è il tuo respiro 
che immagino 
di sentire 
ancora accanto a me

nella solitudine del nostro letto

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anghelita  

Questo autore ha pubblicato 4 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 10-10-2019 17:15
Molto sofferta, si sente la mancanza di qualcosa di importante, complimenti.
Anghelita
# Anghelita 10-10-2019 18:32
Grazie

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.