Un pensiero
fresco e liscio come la seta
mi fruscia in mente,
è un nome antico
ricordato sulla soglia di un oblio.
La sostanza leggera del vento
lo  accompagna da me.
Ed ha i tuoi occhi.
E le tue mani.
Le memorie a volte sono danze,
altre volte sono luci.
Ogni tanto sono voci.
Sempre fantasmi.
E spettri sono gli amori perduti
e i giorni sfuggiti,
non resta che invocarli sottovoce
rimembrando i loro occhi,
le loro mani,
e di ognuno, il nome antico.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non ha voce il vento
tra i freddi marmi.
Accenni di sorrisi
a fingere presenze;
folle già perdute,
semi custoditi
dalla terra ignara
che mai daranno frutti.
Dentro ai vasi
fiori morti
a imputridire l'aria
di solenni addii.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ibla  

Questo autore ha pubblicato 100 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Luci soffuse nell’aere.

Cittadino,

asfalto e catrame,

la linea di mezzeria,

che si dipana

come un nastro,

l’auto va veloce,

tra le ombre giganti

e le sagome segrete

del buio;

locali e tavole calde

mandano riflessi

lucenti,

lampioni con

aloni di luce;

un semaforo

dardeggia

nella notte scura,

passano le auto

accese,

gente sulle strisce

cammina

coi paltò

attraversando la città;

finestre illuminate,

da persone,

chissà chi saranno,

luci urbane,

il paese

luccica

nelle tenebre,

la notte vola via.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 131 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Crepuscolo invernale,

viene buio sveltamente,

la luce scema ed è fugata

dalle ombre plumbee della notte,

ben presto è sera;

buio intorno,

luci di paese,

lampioncini d’epoca,

mandano luci alogene,

che tingono di giallo

i muri della città;

asfalto nero,

auto appannate,

freddo che raggela,

si vede il fiato,

il sole sembra tramontato per sempre,

il giorno è morto;

ombre del buio,

negozi e caffè luminescenti,

la sera sovrasta,

e spira uno spiffero gelido,

inverno.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 131 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Rintanarsi tra le coperte

centellinando aromatici profumi d’acquavite

infiammare   le gote solleticando le dita 

 accanto allo scoppiettio di un camino.

Come non amarti inverno 

dallo sguardo  intimo ,incerto , vespertino.

Con i paesaggi pittoreschi di occhi rugiadosi 

con i tetti muti e imbiancati di soffice malinconia .

Sonnolento  tra le  contrade 

ma cosi  voglioso a Natale 

che quando cadi 

con orpelli e lustrini ad 

ogni vicolo smunto 

riluci i camini .


Cosi  avvolgi di gelo le mani 

e palpiti  il freddo dei cuori 

cosi tra le stelle vuote ti adagi 

e tra le foglie 
in letargo conduci gli allori.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 719 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Siamo di passaggio,
piccoli viaggiatori.
Lo so bene
io che nel cuore ho nuvole.
E dentro ho pure il mare.
So anche che nulla resta
eppure tutto si imprime
nelle viscere dell'essere.
Le nubi se ne vanno
ma il cielo rimane.
Le onde passano
ma l'oceano è sempre lì.
Siamo di passaggio
eppure non andiamo davvero via.
Lo so bene
io che nel cuore ho nuvole,
che il cielo non scompare.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 254 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Quella splendida stella
che sopravviverà al tuo nome,
come le foglie passite al risveglio
e le rondini alle rinnovate primavere, 
quella splendida stella porta il tuo nome, 
così lontana come i pianti che ti han portato via, 
così vicina come i ricordi dei tuoi sorrisi, 
così discreti come lucciole inespresse,
così come il tuo canto di Natale, bambina
così come sempre, ormai
per sempre tra gli astri, lontano, 
piccola stella.
Ciao.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Francesco Falconetti  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Ogni anno i sentimenti
si adagiano sopra ogni ricordo 
e non c'è più bisogno di stare in solitudine , 
al contrario il Natale gioisce, colora e
nel chiarore sospeso 

anche la brina si posa sui rami
il tepore si addensa ai vetri 
gli acquitrini ghiacciati riflettono soffici cirri 
e la bruma fin dal profondo 
filtra cristalli di ghiaccio 
che ognuno 
scioglie al camino 
e un calice rosso di vino 
sente il richiamo . 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 719 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Per le vie del villaggio
cogli occhi attenti
come sentinella
la sera
ammanetta il giorno
e l'ombra avvampa
qua e là.

"Così va bene"
par dire l'argentea luna
che dalla volta
ulula tra le nuvole
e s'accapiglia colla notte.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Come il mare utilizza lo scoglio per applaudire

io cerco un mezzo eversivo per emergere da quest’apnea.

Le terre arate assumono futuri raccoglitori di pomodori

e creano nuove vertebre da cui succhiare midollo.

In questa vita che assorbe ogni speranza,

adoperiamo i sensi purché la bellezza non torni orfana.

Le falangi d’una madre non avranno tregua

quando il bimbo specchierà le iridi con l’atmosfera

e nell’asfissia di uno sguardo sconosciuto

ci riconosciamo amanti mentre l’autunno ci piove addosso.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 44 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Volteggia un corvo
il fiore d'un geranio
sul davanzale dorme
e io sto
come una rosa
dietro ad una rondine.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carmine Ianniello  

Questo autore ha pubblicato 20 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
 Similmente a poesia
l'Autunno morde il petto 
 agghindato  dal crepuscolo di  seta rossa a  pois 
tra le  malinconiche  stelle.

In  fuga come  le nuvole che un po avviliscono
 con il  sole  che  acuto e senza lacci  all'angolo riposa
  con gli odori che sanno di mosto
 coi  ricci spinosi che sgusciano dal gentil cuore e
ritornelli di chicchi succosi  di rubino 
tra le   gramaglie delle inutili notti 
dove  curva al vento  un quarto di luna
 impregnata   di voci d'acqua e parole  di mare.

  Mi seduce cotanto fragore   e m'involo di carezze d'amore ,
di  dipinti scarlatti ,
di granelli d'uva ,
 di  passi lenti   spogli di rumori ,
di  piccole ali  tra i nascondigli ,
 di  campi ingialliti e  di  lamelle colme d'attese
 alle radici .
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 719 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Foglie raccolte 
sul  terrazzo del sole
dove il vento ha lasciato le sue parole
  dove la luna  ancora fila il  bel tempo  andato . 

Se fosse ancora estate ti darei un bacio!

 Ti chiederei perché  denudi i rami e perchè di rosa vesti i colli?

Ma penetra l'animo quel terrazzo di foglie
 è il volto dorato di una stagione
che sfugge le ali tra i  nascondigli
 che assaggia primizie di voglie
e che ricama  non  più  petali di rose
 ma lamelle alle radici
  colme d'attese .



Risultati immagini per foglie d'autunno

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 719 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
È inutile pensare a chissà che,
sarà una notte come tante altre.

Mi avvolgeranno gli antichi dubbi
mentre il mio letto io strapazzerò
alla ricerca di quella posizione
che mi consenta di dormire al meglio.

Al meglio, intendo, solo per sognare
o, perlomeno, perché chiuda gli occhi
per districarmi tra cento nebulose
e in pieno nero scorgere una luce.

La vita va ed è impossibile fermarla
anche in quest’ora della finta pace.

Intanto, fuori, quanti cuori pulsano?
Quante e quali note staran porgendo
le belle musiche dal senso eterno?
Della felicità, intendo io quel senso.

Poveri cuori, anch'essi immersi
in fondi di cielo che terso appare
per poi, al primo tic d’una nube stramba,
aggrovigliarsi nel più ostinato grigio!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Aurelio Zucchi  

Questo autore ha pubblicato 124 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sarebbe stato facile con l'aria allegra 
divertirsi, giocare,  invece di stare lì  
seduti con la certezza di viaggiare

e muovere  gli occhi ingannando  l'attesa
 pigiando  con  le dita   frasi
 per  allietare  il cuore, ma è mera illusione !

Mancanze che mancano ,
 assenze che non  colmano
l'ipocrito atteggiarsi . 

L'arte del tempo libero  una volta era singolare !

Si respirava l'aria aperta e si godeva il mare 
si sporcavano le mani raccogliendo ciottoli al fiume ,
 si sfogliavano le margherite  osannando  l'amore !

Allora, allora  bisognerebbe ritornare un'ora al giorno ,
forse due  a guardare  di nuovo il cielo ,
a raccogliere fiori , a sentire i profumi , a respirare gli odori ,
 a camminare  scalzi stringendosi  forte le mani.

Per non rischiare di  rimanere  soli 
 impigliati in una  rete 

come  numeri tra le  pareti .  



Risultati immagini per solitudine in 4 pareti al computer

Dal Web








1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 719 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.