Mi parli del nostro amore a forma di mondo,

io che ti rispondo coi pochi ettari del mio respiro

mentre alla tv minuscoli grilli discutono

sullo spegnimento terrestre.

Mancano pochi euro alla fine del mese

ed abbiamo da parte ancora molti sguardi

da appoggiare sulle finestre.

La notte zittita dai temporali estivi

s’è arresa solo alla forza innaturale delle lacrime,

affascinante eutanasia diffusa di questi tempi.

Ci faremo pettinare la pelle da venti arroganti

schiaffeggiare da una passione qualsiasi

dominare da impulsi surrealisti.

Per farli tacere proporremo il silenzio,

almeno non si dica che non riflettiamo,

se solo capissero d’avere le mani

saremmo già vinti da un amore implacabile.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 73 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

MastroPoeta
+1 # MastroPoeta 20-09-2019 19:01
...ci faremo pettinare la pelle da venti arroganti...
E' un verso immenso, complimenti amico mio
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 23-09-2019 17:33
Saranno pochi ettari di respiro ma io ci leggo molto amore, splendida poesia complimenti.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.