Via scolorita 
dalle curve tornite

bruna e  memore
di fame  e mani rugose.


Voce  di donna
 orlata dalla fatica
 al profumo di lanterne d'olio,iuta e 
spighe di grano.


Cirri tiepidi  hai sulle gote
 seni 
 prosperi di miele 
deserti   gradini di pietra e

ombre  nei vecchi portali.

Ricordi i  gessetti polverosi di campane al sole?
 Ricordi i giochi di bimbi e urla festose?

Oggi il  tempo si posa 
sulle mura scrostate  

mentre piccole lanterne passano
mute di voce.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 733 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.