Sono una tempesta di sassi dentro la tua testa. 

La notte fredda, la brina, 

il ghiaccio, il vetro, 

un bicchiere, 

qualcosa da cui bere.

Un “urlo” 

un eco nella stanza che nemmeno ad Allen basta. 

Sono riuscito a vedere

la pazzia,

Il rumore, la fantasia,

Immersa in acque profonde infrante sugli scogli dalla monotonia.

Sono l’antenna della comunicazione, la voce di mille generazioni, 

la voce della nuova poesia.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: NomePoetico  

Questo autore ha pubblicato 3 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.