Amore parola con cui giochi e scorri.
Tra nebbie che si intravvedono negli occhi
arrossati e ormai stanchi.
La vita riserva sempre limiti insoliti,
pochi aliti di vento e scaltri brividi
percorrono questa terra schiva,
di inutilità.
Libertà, libertà, dove risiede questa ricchezza impropria,
dove non si sa.
Pace concetto quasi ridicolo,
in questi giorni tristi e pieni di malinconia.
Ricordi aspri e amari
nel contesto di ipocrisie narcisiste.
Attimi di scene ingiuste, insignificanti.
Questo è il tempo che si rappresenta
sotto forma della menzogna e finzione,
luce che abbaglia
dentro all'animo oramai
scolpito.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Daniela Morandi  

Questo autore ha pubblicato 16 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 01-10-2019 18:40
L'anima sofferta si scolpisce piano piano, introspezione molto sentita, complimenti brava.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.