Notte di stelle
luna indiscreta
lame di lago
ombre lontane
Il vento riporta
discorsi già usati...
antiche battaglie...
ricordi sopiti

Poi tutto si tace
e un battito d'ali...

rivela presenze...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 71 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Con la lucidità abbandonata al degrado

ed un sapore lieve di ruggine

afferro l’arresa come unica forza di risalita.

La bellezza terrificante a cui sono abbracciato

confonde il ritmo del respiro,

com’è il tuo respiro?

Senti anche tu quel dolore fisico

All’udir della sua voce?

Un dolore così piacevole che vorresti morirne,

asciugato dai doveri

colmo d’ogni impulso

abbeverato di qualsiasi onere

una morte cerebrale serena

una lesta sinusoide temporale

dove il picco non ha bisogno di sherpa.

Ma si,

lasciati morire

ti aiuterò a venerare altri dèi

ti insegnerò a odiare solo

coloro indicati dai polpastrelli,

resterai inerme in stato avanzato di ricomposizione

carne sulla carne

ossa sulle ossa

sangue su sangue.

Se questa è vita

allora lasciamoci scivolare sui fianchi

toglierci dagli attriti della quotidianità,

basta!

Quant’è difficile morire…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 70 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Dentro nel sole
ci metto il mio cuore
e chiedo aiuto
perché ho perso qualcosa
ora non ricordo cos'era
forse un sogno
oppure una cosa vera.
Appoggio la testa 
dentro la luna
sperando mi porti
un po di fortuna
dammi una mano amica stella
cosa ho dimenticato
di così importante.
Dentro nel sole
ho perso i pensieri
e non ricordo di com'ero ieri
ci metto di tutto
anche uno scritto di getto
come adesso
come ho fatto da sempre...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: conca raffaello   Sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2019

Questo autore ha pubblicato 621 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Sono io

Lo strano,

l’anomalo,

il diverso,

di cui la gente,

non vuole vedere,

non vuole sapere,

e sempre dei bastardi  a dirmi,

cose dietro;

ma io sono qua,

non me ne vado,

non rinuncio,

non cambio la mia vita;

sono contento di tutto,

della mia

diversità

della mia specificità,

della mia differenza,

e non accetto il sistema

non accetto di stare al mio posto,

in riga,

come il gregge,

e ancora non  mi sono stancato,

di ribellarmi,

fino alla fine,

strano

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 179 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Da una fredda panchina
sbiadita dal tempo

nel riflesso indeciso
di una carta stagnola

lancio sassi ogni tanto
a una vuota lattina

come vuoto è il ricordo
di una storia svanita

...sfiorita orchidea
assetata di pioggia

castello di sabbia
sgretolato dall'onda

... ed in tasca risuona
uno squillo insistente

... ma oramai non c'è scampo
oramai non c'è
... campo...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 71 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Fragili fiori
finiti nel fango
in fredde foreste
di fradice felci
forniscono foglie 
fruscianti ai falò 
tra le mille faville 
di un lento fandango
tra  fatue falene
già preda di falchi 
Frasi sfinite
tra rami di faggio
sfioriscono in fretta
in frammenti di fiabe
tra le fiamme di un fuoco
dentro forre insidiose
con il fatuo fardello
di fortune infelici
È frumento di campo
sotto sferza di falce
... è follia di un momento
per un fine fatale
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 71 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non mi riesco,

forse per l’insicurezza dell’Anima,

a riposare felice


O forse è solo il mio

pensiero

e il viver male

che mi sorprende

quando addormentarmi

tento



Il calore dell’alba

attendo 

ogni sera strascicata

sopra l’oceano Atlantico

che si trascina dietro a fatica

sulle onde poco mosse

dai suoi respiri,

mentre il fugace sole

sta ingiallendo dall’altra parte

dell’universo

dai confini tracciati,

e mi sento stanco di chiedere



Il titolo 

è l’ora in cui

termino i versi

ma il mio riposo

ancora dovrà attendere,

mentre le ore

che in mente mia

appaiono così taciturne

passano uccidendo la mia veglia;

e mi ‘paio ancora più solo



A tenermi compagnia

posseggo soltanto

la mia voglia di vivere 

e il mio pensare;

e il mio comporre

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Lipare  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Eppure questo respiro malato
di un dolore nemmeno mio
mi invade il cuore con dolcezza
e perfino un brivido sottile.

Come se tutte le guerre
da combattere mi appartenessero

E tra i vivi intorno quanti morti
quanti fantasmi in cammino.

L'ebbrezza di questa decadenza
che tu non potresti mai capire
mi seduce l'anima
e porto al petto il fiore appassito.

Perché resta bello,
resta un fiore
nonostante tutto.
La fine è una parola vera

solo per chi si sente spacciato
dall'inizio.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

La mia Coscienza brilla di luce propria,

oscura luce,

nel buio delle miliardi di sinapsi

incatenate col ferro

battente, pressante, 

saldamente aggrappato

che vibra al calore 

dei miei pensieri 

incutendosi 



Come grappoli di cenere

le paranoie si perdono 

polvere dopo polvere 

nell’ossigeno filtrandosi,

e si spezzettano

e si uniscono

e si legano

e si disfano

e si tramandano per regioni,

stati, continenti,

e per l’universo

fuggono



C’è del marcio in me

che m’uccide anche

l’essenza

e tale ‘sì funesta fine

abbracciar 

mi fugge come idea

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Lipare  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Maledetta impacciata solitudine

inscatolato in questa asettica esistenza
mi sento reo di vivere
inutile vuoto a perdere

Datemi un ago in vena
a risvegliarmi l'anima e a
drenar ricordi e sentimenti

... e sotto la resinosa ombra
di un cipresso stanco
apro paratie a parole latitanti

... chiuse nel guardaroba
di una lunga vita
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Ferruccio Frontini  

Questo autore ha pubblicato 71 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
"M'inebrio
di follia
allorché vergo
questa poesia
di sagace
eresia."
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Il Viandante  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
In times like this I feel alone, different than the others and find myself wondering...why should I live like this? And my pain answer me...you shouldn't.
So now I'm questioning...what's the easiest way to not live like this anymore?
Other than the death...what's more than the death?
I'm not normal, maybe will never be...why can't I be normal?
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Simona Loffredi  

Questo autore ha pubblicato 4 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Eppure sono solo io, 
Solitario, silenzioso, cupo
Errante, dubbioso, desideroso,
Attraverso un pentagramma e mi contengo. 

Se si potesse d'emozioni parlare
Un bianco sentimento vorrei abbracciare
In un bosco mentale intricato
La mia vita bloccata permane. 

Uno sprazzo di luce, un segno di vita, 
Tra i rovi la mia speranza rimane ardita
Eppure sono solo io, 
Chiedo qualcosa, pretendo qualcuno

Nel bosco di rovi rimarrò al sicuro. 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: StranoMondoFolle  

Questo autore ha pubblicato 4 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Lo senti il pianto delle foglie
pronte alla caduta
e il dolore del fiore che muore?

Lo senti il grido, l'ultimo
del guerriero ferito?

E il canto d'amore
delle onde che si sciolgono
l'una nel sale dell'altra?

Avverti il tremare del mio corpo
contro il tuo petto?

Questa fragilità nuda
mi ripara dal crudo cinismo
di un glaciale cerchio di facce.

Uno schiocco di frusta
attrito bruciante.

Mi senti affondare in un mare
di indefinite paure
mentre cerco di risalire?

Puoi soltanto stringermi
fino a domarmi il cuore.

Fino al prossimo urlo dentro.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Che importa se abbiamo sbagliato,
se questo non è il nostro cammino.
Andiamo per amore contro senso,
uscendo con forza fuori dalla mischia.
Cosa importa se poi arriva il conto,
forse ne pagheremo le conseguenze,
ma orgogliosi di averci giocato tutto. 
Qualunque prezzo sia, non vale...
perché l'amore non è in vendita. 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Clorinda Borriello  

Questo autore ha pubblicato 64 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.