Cercavo in uno specchio
il mio tramonto
e più mi avvicinavo
e ancor meno mi riconoscevo.
Cercavo in uno specchio
la mia bellezza
il mio amore e la destrezza
di campi sconfinati sotto la pioggia.
Ma gli occhi tradiscono
come il nemico dentro la trincea
sono ladri e assassini d’avvenenza
e nonostante il fuoco e le spine sulle ciglia
disegnano sul bordo appartenenza.
Cercavo in uno specchio
il mio riflesso
e invece ho visto il mare scuro della notte
ho visto il volto di mio padre e la marea
luci ataviche di illuminanti idee.
Non so bene per qual motivo
quel giorno mi scrutavo
ricordo però che all’improvviso sono fuggito
ad inseguire come ieri la mia onda
nel dirompente Oceano
di illogica presenza
lì dove giace nel fondale ancora in vita
il mio cuore e l’utopia
la fame, il pensiero e l’Anarchia.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Demetrio Amaddeo  

Questo autore ha pubblicato 258 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

È un telefono che non suona

Mai,

e tu aspetti i tuoi amici,

che ti hanno dato bidone,

e hanno preso il volo,

e tu senti infelicità,

li aspetti, fino a tardi

e continui a sperare l’impossibile,

e intano il tempo passa,

e si fa sera;

infelicità e non sapere come colmare

il vuoto,

non sapere dove andare,

che fare,

e la giornata è un peso che non passa più,

non sai che dire,

dove andare, e

hai un dolore dentro,

ti tieni il segreto,

mentre vorresti urlare al mondo,

che non sa.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 179 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il corso del fiume
quasi coperto
da una densa coltre di nebbia,
non si vedono
le cime degli alberi.
Cerco di mettere
ordine nei miei pensieri.
Poche persone
sulla riva passeggiano,
sarà per il freddo,
sarà per la nebbia,
ma non riesco
a mettere ordine
nella mia testa.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ho peccato,
in quel momento
non mi sono sentito cristiano.
Il Signore, me lo sento

mi ha già perdonato
e nell'inferno
non mi ha condannato.
Non mi reputo un maligno
anche se del male ho compiuto,
quindi non mi sta bene
di Caino l'attributo.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Berrone  

Questo autore ha pubblicato 27 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Surriscaldata agisco nei pensieri,
agito nel coito della mia mente,
frastornata mi imbarco nel nulla di me 
come una farfalla riflessa.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Vale  

Questo autore ha pubblicato 5 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Vorrei riposare la mente
vorrei riposare la testa
dal rumore silenzioso
che riecheggia nella valle
distesa da prati e ruscelli.
Oggi in questo giorno
in cui tutto penetra e
punge come lame di ghiaccio.
Ostacoli di una tempesta
che devasta,
ingabbiata in un labirinto
senza uscita.
Un vortice che trasporta lontano
veloce verso le stelle.
La mente atrofizzata
urla senza voce.
Il contatto perso
con il resto del mondo
non ascolterà più
la voce che chiama.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Un piccolo sabba nelle vene,
una danza sulla bocca della notte,
la mia oscura amante.
Forse perché per godere della luce
bisogna abbracciare una volta il buio.
Ma abbracciarlo stretto.
Fino a perdere il fiato in fondo all'abisso.
Fino a stordirsi di una veggente cecità.
Quasi al punto di morire per sentirsi vivi.
Essere un riflesso in un gorgo d'acqua.
E intanto venire presi da un fuoco
che distrugge il superfluo
e resuscita l'essenza.
E poi ballare nudi nell'ombra
senza più rimpiangere il sole
che spontaneamente invade gli occhi
all'improvviso, a tradimento.
perfino furioso e feroce.
Di fiamma come ogni inferno.
Violenta illuminazione
scoprire infine l'illusorietà
della totale distanza tra il bene e il male.
Come noi fossimo scevri
di uno o dell'altro.
Come se i santi davvero
non avessero mai segretamente fallito.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'arcobaleno tra i miei capelli neri,
le voci e la musica
che non copre mai abbastanza.

Le piccole foglie ruvide
sotto le pagine pesanti
mi ci nascondo
tra i miei capelli.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: delicataesistenza  

Questo autore ha pubblicato 1 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
2sbjzig



Domani ci sarai mio domani?

Non rispondi non lo sai!

Il futuro non ha certezze da firmare,

è un giro di danza a volteggiar leggiadro

ove la musica ad tratto s’interrompe.

Domani sarai il futuro ad venir

 ed oggi sei presente a trattenere sprazzi di ricordi,

e, ieri sei passato e giaci.

 Tu domani ad venire sei nudo ti dovrò vestire.

Se domani ci saremo io e te

sorrideremo, a volte piangeremo,

altre di ogni sorte vestiremo,

saremo fiori o sassi ad' immense evoluzioni..

Giorni dei domani passati siete numerosi e

il tempo ha abbreviato i domani ad venire.

Anni di gioventù fra oggi,

domani e dopo domani  ha trascritto calendari.

Oh t’aspetterò mio domani

sperando che domani saremo insieme!

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Adele Vincenti  

Questo autore ha pubblicato 56 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Muta cade la Neve
osservo da dietro il vetro.
Vivo lentamente
non voglio invecchiare,
un filo di trucco
per vivere un sogno.
Lascio tracce
segni indelebili.
Assaporo le lacrime
nascondendomi nella notte
Un sorriso...
emozioni...
doni rubati.
Versi nascono
mentre muta cade la Neve...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Non mi parlavi con le parole

ma con la voce, sussurrandomi

quello che per gli altri era indecifrabile

fino a che hai cominciato a sentirti come

seduta sui carboni ardenti tra i miei righi,

e noi non è più stato indeclinabile.

Eravamo le stelle interne di una nebulosa.

Poi ho iniziato a distinguere a stento anche

solo quelle esterne al sistema stellare.

Solo tu e io eravam in grado di congiungere

i frammenti delle piccole cose, divenuti

tasselli che non abbiam più saputo associare.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 396 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L'amore una cosa impossibile e strana
riempie gli occhi,
sembra tutto più bello
mette disordine nella vita,
nel cuore.
Fa vedere le cose inverse
non cerca la perfezione
non esiste,
ma rende tutto magico.
Non esistono donne perfette,
non esistono uomini perfetti,
esistono occhi
che ti scavano dentro.
Esistono parole che ti pugnalano,
ti travolgono ti fanno sentire strana,
senza regole, senza schemi.
Non ci sono giorni perfetti,
ma esiste la follia,
non esiste la pazienza,
cerco qualcosa di bello nella vita
senza trovarlo.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Una stanza divisa in due,
è quello che io sono.
Zone d'ombra
fratturate da disegni di luce.
Serve sempre una finestra
alla mente.
E in mezzo un separè
cercando di scindere le parti
tra cervello e cuore,
tra corpo e spirito.
Ma gli spazi si cercano,
a dispetto di un fragile,
illusorio paravento.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non mi appartiene
l'incolore di giorni grigi
dove mancano i fiori sui prati,
dove le farfalle volano
sulle spighe del grano.
Non mi appartiene
il nero che attraversa il viso
in un giardino senza verde,
in un addio senza volto.
Lascerò che inizi un nuovo giorno,
un altro sole scalderà...
Ritroverò il mondo
che continua a girare
anche se niente mi appartiene più...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Silvana Montarello*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 30-04-2013

Questo autore ha pubblicato 722 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

C'è una scala
che sale
superando ogni cielo
fino a riderne.
È una vertigine splendida.
C'è una scala
che scende
fin sotto agli abissi
tanto da terrorizzare.
E poi un giardino
dove nascono fiori
dalle grandi bocche
che divorano il sole.
Nascosto, anche un tempio
disertato dagli dei
dove mi siedo a contemplare
praticamente il nulla
che poi è tutto.
È insieme lo spazio
di un oceano
e quello che occupa una mano.
Ti giuro è un posto vero, c'è,
per i pazzi e per me.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Sabyr  

Questo autore ha pubblicato 273 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.