Ascolta, c’e un lieve fruscio che viene dal bosco,
qui sotto i tuoi piedi s’insinua,
lo senti?
La terra ti cerca, e quel gelo nel cuore riscalda,
la voce si alza sonora nel cielo che piano scolora.
Ascolta il fruscio delle foglie all’orecchio,
ascolta, parole di tempi lontani che adesso son qui
a ricordare.
Ti chiama lo senti?
La vita ti viene a cercare
e parla parole a te note,
son fiocchi di neve sferzati dal vento
son moniti antichi?
O dolci parole d’amore, che piovono
lievi
tra petali e fiori?
Ti stringe tra dita di rami
la terra materna,
ti culla, e leggero il suo tocco ti quieta,
ascolta, il silenzio accarezza il tuo cuore
la vita ti invita a danzare una danza diversa,
e tu, lieve, ti stacchi dal mondo
e muovi i tuoi piccoli passi, su fragili zolle.
Impercettibile volo di foglia
fuggevole sogno
leggero
avvolto in un magico raggio di sole.
Ascolta, ancora,
è vita.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Marina Lolli  

Questo autore ha pubblicato 93 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Marinella Brandinali
+1 # Marinella Brandinali 09-03-2017 21:07
Buona sera Marina ...ho ascoltato davvero con i suoi versi ...ed e' stato molto bello ...bravissima rinnovo il saluto
Marina Lolli
+1 # Marina Lolli 09-03-2017 21:21
Gentilissima Marinella la ringrazio per il commento, trovare chi sente il nostro stesso sentire è la prova che non siamo soli
Rocco Michele LETTINI
+1 # Rocco Michele LETTINI 10-03-2017 07:16
Ascoltare è vita: lo slogan che avalla il tuo riflessivo quanto chiaro verseggio firmato encomiabilmente.
Lieta giornata, Marina.
Henry Lee
+1 # Henry Lee 10-03-2017 08:50
E' la natura che ci rende la consapevolezza dell'essere in vita, nonostante tutto e tutti. Delicata esposizione, versi piacevoli e musicali, complimenti! HL.
Aurelio Zucchi
+1 # Aurelio Zucchi 10-03-2017 10:59
Allontanare la morte è possibile quando restiamo ancorati ai valori della vita, quelli che la natura ci affida e quelli che albergano dentro di noi. Una piacevole esposizione che si avvale di ritmo e musicalità nei versi.
Lettura gradevole.
Ciao
Aurelio
Giancarlo Gravili*
+1 # Giancarlo Gravili* 10-03-2017 13:25
Un sentire profondamente la propria anima che si eleva nell'incedere della vita dal proprio torpore interrogandosi e cercandosi.
Attraverso le metafore della natura il dipinto dell'essenza umana si completa stupendamente, divenendo simbiosi reale e surreale al tempo stesso.
Molto belli i versi nel loro romanticismo ottocentesco.
Marina Lolli
+1 # Marina Lolli 10-03-2017 15:12
Buon pomeriggio, ho letto ora i vostri commenti e vi ringrazio per cio che avete scritto , è sempre difficile esporre ad altri cio che è intimo , ma constatare che viene com e condiviso è rasserenante.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 12-03-2017 21:05
Molto sentita...si sente molta sofferenza, ma alla fine si apre una speranza...la vita, brava ciao.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.