Ottenebra l'oscura realtà al cospetto della luce 
che soffoca nel regno funebre.

Sarà foschia di perdizione 
che annienta la veduta 
della via maestra 
conducendo nel baratro della follia.

Sarà tetro il cammino 
che brucia lento durante il suo percorso.

Sarà accecante la cenere 
che sprigionano le fiamme. 

L'ora s'avvicina.

"Sarò destinato a bruciare?"

Non temerò questo; 
ritroverò la mia pace.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: aldo gasparotto  

Questo autore ha pubblicato 17 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

pierrot
+1 # pierrot 31-08-2013 12:10
Ciao Aldo
ho letto con attenzione la tua poesia che sicuramente è suggestiva. Sembra un testo teatrale, con scenari spaventosi e tristi, anche se la domanda che poni lascia la possibilità. E allora allargando la visione, da te al generale, siamo tutti colpevoli dei lati oscuri di questo mondo, e se la risposta sarà affermativa avremo ben ragione di bruciare insieme...
letto con piacere grazie
aldo gasparotto
+1 # aldo gasparotto 31-08-2013 12:49
Grazie pierrot dell'apprezzame nto, lo scenario tetro come la morte a me affascina perché nel pensarla si vive meglio, perché chi mai non ha pensato a che ne sarà dopo la morte, questa mia consapevolezza mi porta a pensare, allora godiamoci la vita in tutte le sue sfaccettature.. ..ciao pierrot :-)
pierrot
+1 # pierrot 31-08-2013 23:39
Sai Aldo ho pensato a quello che hai detto. Sono d'accordo a metà, nel senso che è vero che dal dolore e dalla consapevolezza della morte nasce l'apprezzamento verso la vita. Però non sono d'accordo in un percorso di vita tetro e doloroso per arrivare alla luce del dopo. Non so, è come se si escludesse il dono della gioia nel cammino, è come se la gioia e la riconoscenza di vita non fossero anch'esse veicolo di pace dopo...ma forse è solo una mia interpretazione . grazie a rileggerti presto
Angelo Blu
+2 # Angelo Blu 31-08-2013 15:59
Sempre tetro il cammino verso l'ora fatidica,la domanda sembra essere senza risposta ma mi vien da pensare che si saremo destinati a bruciare giacchè solo così potremmo divenire cenere....la chiusa ci porta a pensare che dopo le tenebre e il fuoco la pace sarà pura luce.... bellissimi versi e una stesura ottima.... bravo Micky mi piace assai :lol:
Silvana Montarello*
+1 # Silvana Montarello* 31-08-2013 19:24
Vero se pensi alla morte ti fai un'altra visione e vivi meglio,anche perchè prima o poi li andremo tutti.bravissim o mi piace. :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.