Giù in quella cavità aperta,
grovigli di radici intrecciano
gabbie che spaventano
L’acqua, in rivoli, scorre
in un fango senza forma.
Foglie stanche adagiate
sfarfallano leggere 
trasportate da una folata,
disordinatamente.
Nell’aria, il fumo gareggia
e focolai ancora accesi
inseguono spaventosi mostri.
Lingue di fuoco finiscono
in un generico cielo 
con la luna che fugge
da quella devastazione
e da assordanti crepitii.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: franco  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ho incrociato con il capo
un ramo abbassato
non dal peso
cercava la luce
fra i tanti fratelli
mai sfoltiti abbastanza
la solita danza
Un bel pino marino
visto da lontano
mai avvicinato
maestosa la chioma
sempre alla ricerca
di gocce
del bagnato
Profumo di resina
di giovane erba
sempreverde in poca terra
mi fa passare
non puo' dir nulla
non cresce in me
la più piccola voglia
Vedo il mare
di là di biondi campi
arde il sole
quel poco vento
scompiglia i capelli
Mi siedo vicino
alle radici sconnesse
faccio da compagnia
come se l'avesse chiesto
ora ho tanti motivi per non andar via
non finiranno presto.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 225 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Il mare è un pozzo di emozioni

cariche di desideri e di ricordi,

emozioni che nutrono l’animo,

sviluppano il piacere di raccogliere

nella mano i seni dell’Universo

nell’intenso turbinio del vento…

 tra piccoli orizzonti di luce…

Il mare: un giocondo specchio:

contiene il tempo nelle bocche dell’onde,

esalta le figure della sera nella sfavillante

policromia della notte.

Nutrirsi di pensieri fecondi veraci

nello spazio biancastro che forma la spuma,

dormire su un letto variopinto di conchiglie

nella penombra, al calar del sole, avvolto

dal manto rossastro delle nubi.

Respirare l’aria iodata dell’alba

deglutendo i sospiri del vento,

seduti e pensosi.

Il mare: il segreto che sprigiona impulsi

nella spazialità dei corpi bramosi e avidi

di carpire i misteri del mondo.

Il mare placa i sussulti dell’anime

rosicchiate dal tempo galeotto

trascinandole in un’estasi di delirio,

in tante emozioni di vita.

Il mare: il riflesso della luce,

il riflesso del suono nell’aria densa:

la delicata armonia delle cose

nell’infinito connubio col tutto..

Il mare: naufragare verso giacigli sconosciuti

misteriosi, col cuore palpitante

abbagliati dall’astro dorato,sovrastante

la vetta del cielo fra lo sterminato azzurro.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Donato Caione  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
L’alba rosseggia

al di là dei confini

il sole passeggia

tra ombre di pini.

Si svegliano i fiori

tra roseti e viole

dintorno colori

sussurri parole.

Azzurri lontani

chiari splendenti

un insieme di mani

e di bimbi gaudenti.

Vaste verdi distese

caldi intensi profumi

turbinio di braccia protese

sonoro gorgoglio di fiumi.

Alberi popolati di bugni

pieni carichi di miele

dalle tane sordi mugugni

nell’acqua si dispiegan le vele.

Bianche rigogliose colline

la neve bambagia celeste

cavalli dal folto crine

foto di natura albestre.

I colori del giorno

in un susseguirsi d’azioni

nel loro eterno ritorno:

passioni sensazioni emozioni.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Donato Caione  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Rimango in attesa,
tra agave ai crepacci
e oleandri fioriti,
sospesa tra l’infinito azzurro
e la brezza marina. 

Di quell’istante in cui,
l’anima ruba la mia mano,
e come violino,
detta musica in versi.

L’estate mi sussurra,
tra le dimore sulle rocce,
ed io l’ascolto.

Zinzullio di malinconiche rondini,
s’intrecciano alla pace
di tramonti silenti,
e le ali spianati
di bianchi gabbiani
infilzano un manto di stelle
sulle calme acque.

Dalla sommità del mio guardare
respiro l’immenso,
quell’afferrabile tutto,
di bene ciba il cuore,
divenendo pur mio,
e di quel tutto,
avverto farne parte.


avvertL'immagine può contenere: fiore, pianta, cielo, natura e spazio all'apertoo farne parte.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Cosetta Taverniti  

Questo autore ha pubblicato 126 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Già si sente la calura

dell’estate ormai incipiente

è provata dall’arsura

ogni cosa che è presente.

Già gremito il mare

di natanti e di bagnanti

tutti pronti a navigare

per coste e per versanti.

E svolazza un bel gabbiano

tra la spuma e l’onda

su nel cielo un aeroplano

vola verso un’altra sponda.

Il bel merlo canterino

nel giardino saltellante

dà la sveglia ogni mattino

quando l’alba è rosseggiante.

Il profumo dell’aiuole

colorate e fiammeggianti

bello radioso il sole

fra gli arbusti verdeggianti.

E il biondo delle messi

che a tutti fan l’inchino

profumati i bei cipressi

ed i fior di biancospino.

I colori dell’estate

meraviglia del creato

che la natura ci ha donato.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Donato Caione  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Sul far della sera…
quando il sole lascia soddisfatto
il suo andare…
piano piano i colori della sera
si riflettono magicamente
tra una coltre di nubi…
e s’alzano come steli benedicenti
fasci di papaveri che vigilano
come fossero indomiti guerrieri.
Dei bellissimi fiori…
ma che profumo non hanno
pur nella loro delicatezza
unici, singolari e pure temerari
per l’inaspettata loro dimora.
Petali di un colore rosso intenso
gioiosamente complici di corse
sfrenate di fanciulli alla ricerca
di quei magici e stupendi… papaveri! 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: franco  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Un’onda s’infrange…
accarezzando il mare

scivolando su altre onde
come in un gioco
trasmesso dal suo nascere!

Si riflettono adagiate
e sonnolente
bianche dimore…
su colline lussureggianti
alcove di teneri amori
di abbracci e sussurri di vita
tra pianti di felicità
e dolori consumati in lacrime.

Un’onda s’infrange…

sulla roccia scivola la risacca
rispettosa in un tranquillo mare…
tavolozza speciale del Creatore!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: franco  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Leone,
oro rovente,
 e luna calda.
Sensi fruttati
  d'Agosto imponente,
   come sesso vivente.
Invitante!

 L'elettrico canto,
nell'onda solare, va.
Va,
   per la vastità dei campi
    per fuggevoli amanti
     d'aromi fruscianti;
     i granai palpitanti.

    E l'uva grondante?

   Come grappolo antico
  s’accumula,
 coprendo:
        sta girando la sua pellicola di sogno.


 Nessun testo alternativo automatico disponibile.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Hera*   Sostenitore del Club Poetico dal 04-05-2016

Questo autore ha pubblicato 323 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
 
Intorno è natura aspra...
fenicotteri rosa danzano
intrecciando cuori,
dolci melodie accompagnano...
momenti sereni!
In un cielo ancora nascente
la natura si ricompone solerte
quasi che un richiamo ancestrale
indichi momenti e colori diversi!
I colori si mescolano sapientemente
nell'incontaminata vegetazione.
Rigoglioso l bosco sonnecchia
e vallate si rincorrono
attraversate da fiumi di tranquille acque.
Si odono là verso i monti,
ancora ricoperti dalla polvere di stelle,
i melodiosi e stupendi canti
della dolce e cara Sardegna...
terra baciata dal mare che il buon Dio
ha concesso, per la sua bellezza,
una carezza per un sereno vivere!
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: franco  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.