Spiegami la mano alzata da bastone

il pugno chiuso alla manifestazione

il braccio teso sulle spalle

la voce roca di chi chiede

la parola strana di chi inveisce

i falsi occhi delle parole

le braccia aperte a far cadere

le lunghe notti nello scappare

le nuche pronte alle fucilate

il sangue immenso come mareggiate

le urla di festa per una morte

se c'è senso utile in ogni sorte

Spiegami il vento sprecato

il cammino buttato

il cuore svuotato

il corpo segnato

l'ascolto infranto

il rimasto pianto

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Valerio Foglia*   Sostenitore del Club Poetico dal 15-06-2014

Questo autore ha pubblicato 249 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.