Non ha bisogno di verità la realtà
alleggia farisea sensi d’essere
trascende ideali di levità
pigolii, sfarfallii, tremuli tintinnii
esitanti appetiti d’istanti
a promessa che il tempo sia
oceano d’onde in eterno divenire
denudato l’uomo ad essenza, poesia
voce a testamento d’amore
piano, piano fino all’esile moira.
Indistinto canto alleva l’oblio
l’io assurto assolo di dimenticanza
controversa distesa d’innocenza
essenza impressa al folle esilio
giostra al divenire cava avvolta
appartenenza al soffio fetale
fino all’amore gestazionale
fino alla morte a briglia sciolte
sul collo del dolore.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rosaria Chiariello  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giancarlo Gravili*
+2 # Giancarlo Gravili* 15-11-2017 09:17
Un'analisi profonda dell'essenza dell'io in versi molto belli
Rosaria Chiariello
+2 # Rosaria Chiariello 16-11-2017 12:22
Grazie dell'attenzione Giancarlo! Gentilissimo! :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.