Il nulla abita auscultazioni d’io
diviene e nel divenire inganna
domicili antichi d’onnipotenza
Autocoscienza
rivisita con occhi trafitti di delirio
la fuga da se stessa e dall’oblio.
Cosa, chi, dove, come, quando?
-domanda-
ma il nulla risponde all’essere:
“il tuo limite è credere d’essere tempo”.
 
 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rosaria Chiariello  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Giò
+2 # Giò 16-11-2017 21:30
Già!.. Chi mai crede di essere l'io umano se è vuoto, misero!
Si veste d'onnipotenza ma non fugge da se stesso... E il tempo, che crede sia in suo pugno,
lo logora e lo sfinisce... Grande riflessione. Ciao... ^.^
Henry Lee
+2 # Henry Lee 17-11-2017 08:31
La difficoltà dell'egocentris mo è dare una parvenza di verità a quello che si è. Ma il tempo è verità ed anche questo può avere limiti, forse anche nascosti, chissà... Un impatto fortissimo questa poesia, che mi è arrivata dritta e mi ha emozionato, complimenti. HL.
Rosaria Chiariello
+1 # Rosaria Chiariello 18-11-2017 15:19
Grazie per l'attenzione donatami nella lettura! Gentilissimi!

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.