Con l’addio alla morte

e la cessazione della vita

l’infinito tempo
solitario resta



Mai

la poggiata 

grandine

sarai 

poiché

il suon 

del toccar

terra morente

mai 

orecchie tue

udiranno



Uomo

tu mai

anche il sol

pensarlo

potrai

dell’uomo

esser

della vita

viver

e del morir

estasiarsi



Solo sei.

Solitario

l’infinito tempo

solo avrai

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Lipare  

Questo autore ha pubblicato 8 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

sasha
+2 # sasha 03-09-2019 14:19
Ti leggo! e, a mio parere, ci sono delle idee espresse confusamente! ... magari se mi aiuti!
L'addio è un saluto definitivo per un qualcosa o per qualcuno che mai più sarà; quindi se scrivi: l'addio alla morte... la saluti e la vita resta!
Però, poi dici che il tempo infinito, resta solitario; quindi... se c'è la morte, per me, il tempo infinito avrà compagnia! Concetto che rimarchi nella strofa finale.
Forse il testo doveva semplicemte iniziare così: "Con l'addio alla vita / l'infinito tempo / solitario resta"
Ma poi, perché estasiarsi della morte?
In linea di massima il testo non mi dispiace ma ho dei dubbi che solo tu puoi spiegarmi. Ciao!!!
Lipare
+1 # Lipare 03-09-2019 15:19
Grazie mille per avermi letto e per aver espresso i tuoi dubbi al merito, sarò felice di esprimerti il mio pensiero al riguardo. Solitamente le persone quando leggono ciò che scrivo non riflettono e mi giudicano per la complessità dei versi abbandonando completamente il cercar di trovarne un senso.
Per me se si abbandona la Morte, la Vita perde senso e quindi cessa di esistere in quanto non ci potrà mai essere senza la sua fine. Infatti, io vedo la Morte e la Vita come una simbiosi, e senza una l’altra non può sopravvivere.
Secondo questo ragionamento, che non può accumunare tutti ovviamente, il tempo infinito rimane solo, e ti senti solo con esso per l’eternità, per cui il morire porterebbe un senso di distacco dalla solitudine e quindi di benessere.
Semplicemente non si sa cosa c’e dopo, infatti potrebbe continuare a esserci un tempo infinito, e di conseguenza le sofferenze di solitudine non cesserebbero mai, ma in caso contrario, lo svanire gioverebbe, o almeno io la penso così.
Vivere all’infinito può essere anche una tortura, è quello il senso della mia poesia... è un modo diverso di vedere le cose, non penso sia quello oggettivamente giusto, perché nessun pensiero è giusto e nessuno è sbagliato in poesia. O almeno io la penso in questo modo, ovviamente senza parlare di soggettività che lì si cade in altri campi.
Grazie ancora, spero di aver colmato i tuoi dubbi, e in caso contrario mi farebbe piacere continuare a spiegarmi.
Michelina
+2 # Michelina 03-09-2019 21:13
Una poesia insolita ma interessante, il tempo è troppo lungo se si soffre di solitudine.
Alessio
+2 # Alessio 03-09-2019 21:16
Mi trovo d'accordo con ciò che scrivi e con lo stile per mezzi del quale lo esprimi. L'infinito è per forza di cose solitudine, ma questo può essere spezzato dalla morte, senza la quale però sarebbe tutto abbastanza monotono e triste. Senza la morte la vita non avrebbe valore, come hai aggiunto nei commenti. Bella poesia
Passione infinita
+2 # Passione infinita 03-09-2019 22:17
Riflessiva e interessante.
Un saluto
L. Gianneschi - parrucco
+2 # L. Gianneschi - parrucco 04-09-2019 12:27
In quanto amante di un ribaltamento metrico e grammaticale mi sono stupito davanti alla complessità (non difficoltà, ma complessità) di comprensione del testo.
Ma dopo un'accurata introspettiva riflessione, d'altronde credo sia questo l'obiettivo di "Addio", affermo di concordare pienamente con il pensiero dell'autore.
D'altro canto, per una maggior scorrevolezza e comprensione del brano in esame. avrei personalmente preferito l'aggiunta, almeno e soprattutto nella terza strofa, di punteggiatura.
lo reputo (dal bassissimo del mio pulpito) una buona opera!
Lipare
+1 # Lipare 04-09-2019 18:01
Apprezzo le tue parole e per quanto riguarda la punteggiatura io sinceramente e umilmente preferisco usarne il meno possibile perchè per il mio stile di scrivere rappresenterebb e un vincolo, e immagino anche per la lettura e l’interpretazio ne.
Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 05-09-2019 18:09
Dopo la morte potrebbe esserci una continuazione lo credo pure io, bravo complimenti.
Lipare
+1 # Lipare 05-09-2019 18:19
Grazie tante, dopo la morte potrebbe esserci tutto o niente, si scoprirà solo alla “fine”.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.