Rivoluzione francese,

uno spartiacque importante

e cruciale per la storia europea;

il terzo stato,

il volgo,

il popolino,

stanco delle dissennatezze,

dei re francesi e dei loro

sgherri e dignitari,

con una classe politica corrotta,

il terzo stato diventa protagonista

di se stesso;

dapprima con fermenti e tafferugli,

disordini e proteste,

poi c’è la svolta,

con la presa della Bastiglia;

da quel momento,

gli eventi precipitano;

gli enciclopedisti,

filosi e gli scrittori,

come rif de la bretone,

avevano previsto e anticipato

gli sviluppi  a venire,

scrivendo del pericolo

di una rivoluzione,

nei loro scritti,

ma rimasero inascoltati.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: stefano medel  

Questo autore ha pubblicato 183 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Tea
+1 # Tea 02-10-2019 13:36
... piaciuta molto... "ma rimasero inascoltati" !... ciao ;-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.