Siamo solo dei folli
che guardano passare i giorni
senza curarsi dei tramonti
o dei sogni che muoiono all'alba.

Siamo spenti dentro
chiusi dentro gabbie ipocrite
dove perdiamo conoscenza
di ciò che ci circonda.

Non guardiamo più il mare
non sentiamo il mormorare il vento
e confondiamo l'azzurro del cielo
masticando odio e violenza.

Siamo dissennati e spenti
e guardiamo il cielo arrossarsi
siamo incapaci di liberar la voce
solo buoni a girar le spalle.

Siamo follemente persi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: CALOGERO PETTINEO  

Questo autore ha pubblicato 329 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

nabrunindu
+1 # nabrunindu 27-04-2015 23:10
pessimismo giustificatissi mo, bella!
simone corrieri
+1 # simone corrieri 30-04-2015 12:59
E' la realtà di oggi che hai descritto benissimo .
Condivisa.
Demetrio Amaddeo
+1 # Demetrio Amaddeo 30-04-2015 14:05
La poesia mi piace perche descrive la realtà di oggi che non riesce ad apprezzare la vita nelle cose apparentemente banali...unico appunto, non siamo folli...i folli apprezzano tutto quello che hai descritto

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.