Il vento stanotte feroce trascina
le nubi stracariche che da occidente
portano pioggia dal mare dolente
che sbatte le onde di ogni marina

che chiude la notte e non vede mattina
ne barche ne vite ne gente piangente
che forse ha sperato magari nel niente
ma pur di trovare una mano vicina.

E il vento feroce continua ad urlare
coprendo le voci di spiagge e di terra
le urla strazianti disperse dal mare

che la sulla gola il terrore rinserra
perchè chi va via e si mette a sperare
va via dalla morte di un’orrida guerra.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: nabrunindu  

Questo autore ha pubblicato 368 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.