Sordo,
 
piccolo ritaglio di mondo,
ingorgo di luci, spesso senza senza cuore.
Strana fiera vivente
di  passanti stanchi,
sfuggenti,
come fossero strani migranti,
distanti.
Nei quartieri soli, si ritrovano
assottigliati, 
rarefatti,
quasi estinti.
Dentro fiumi lunari, vagano
senza trovare;
senza semi da trapiantare.
La Pioggia amniotica piove,
piove sulla testa,
piove sulle spalle,
scivola sull’arcano
   che vorrebbe volentieri ritornare
   un ultimo volo d'amore, spiccare.
Ricordo di Me...
Ero, davvero!
Poi mi sono perso
dentro un selfie veloce e prodigioso.
Meglio,
Meglio il panico che nutre l’attesa!
L’Apocalisse?
Cosa?
Forse il mare perirà
     le stelle non avranno più prati da guardare;
annegheranno anche i pesci
nell’onda minimale del disgusto.
Meglio ancora un'altro selfie,
 un soffio,
come un solo attimo senza capirsi
cioè…
 –Sparirsi-
E’ meglio!
Meglio un’ombra dal vento flebile
che un incontro dal vento fatale;
meglio il panico d'attesa,
l'Apocalise
e svenire.
Il mare si sposterà su Marte
le stelle non sapranno
più cadere 
 e non c’è ancora un Santo.
Dicono, (le voci al vertice),
che si stia tirando  a sorte
  per chi  scriverà il romanzo.
 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Hera  

Questo autore ha pubblicato 411 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Grace D
+2 # Grace D 27-08-2017 10:55
Diciamo che stiamo vivendo un momento difficile, apocalittico. Sembra che tutto si sia rivoltato,
che l'ordine realistico delle cose non esista più. Sembra essere arrivati nel periodo di Babele,
quando ognuno parlava una lingua diversa e non si riusciva a districarsi da quella follia che aveva
invaso tutti. Oggi, mi sembra stia avvenendo la medesima cosa. Si dice, e si fa tutto ed il contrario
di tutto e, l'essere umano è spaventato e disorientato. Come si potrà fare ad invertire
questa schizzofrenica rotta che ci sta portando alla deriva, se non alla rovina di noi stessi?
Io ci leggo tutto questo nei tuoi versi, veementi, che condivido pienamente. Felice domenica, Grace
Ibla
+2 # Ibla 27-08-2017 10:59
L'apocalisse è vicina! Sembra urlare questa tua poesia.
Forse ci salveremo ad un passo dalla fine, come nei film americani che siamo abituati a vedere.
Ciao da Ibla.
the mike
+2 # the mike 27-08-2017 11:10
bellissima bravissima davvero
francesco
+2 # francesco 27-08-2017 14:06
A Sordo c'è del buon vino, e questa grande poesia a tutto tondo mi invita a berne tanto, fino ad ubriacarmi, prima di estinguermi. ***** Sei bravissima in questa poesia che è quasi un poema. Buon pomeriggio Hera!
Sandrino Aquilani
+1 # Sandrino Aquilani 28-08-2017 07:44
Buongiorno Grace D, i tuoi percorsi poetici sono sempre affascinanti. Ti auguro un felice giorno.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.