Ho navigato

in cattive acque

per mantenere la retta via,

ma a chi sostiene di conoscermi

è bastato qualche click

per ritenermi da terapia.

Solo perché sto bene con le mani

nel sacco delle patatine sulle strade

della rete, le chiamano dipendenze.

Con l’aria viziata sull'interfaccia

nel mio motore di ricerca guardo

sfondi, mentre loro sputan sentenze.

Patologia compulsiva folciscono,

curabile con astinenza dal web.

E quoziente relazionale represso.

Nocumento nelle principali aree, le

loro: li ho sentiti parlar del conte Iad!

Ottusi, ho lo schermo antiriflesso…

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 327 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.