L’animo mio riarso
d’incanto tornò come
anni fa v’era parso
 
per grazia dell’amore.
Ma a lei non chiesi il nome
sul momento! Il chiarore
 
dava lustro alla sera,
incitava all’allegria.
Vidi la primavera,
poi in un lampo, scappò via.

 30/11/1993

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Paolo Coscione  

Questo autore ha pubblicato 61 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

alessandro t.
+1 # alessandro t. 14-06-2012 10:25
bella e coincisa, la poesia deve creare immagine e non deve essere elucubrazione mentale. e questa lo fa.
alessandro t.
+1 # alessandro t. 14-06-2012 10:25
lo fa nel senso che crea immagini ..per chiarire :lol:
Debora Casafina
+1 # Debora Casafina 14-06-2012 13:02
Bella Paolo musicale e di grande impatto emotivo
Enzo Agostini*
+1 # Enzo Agostini* 14-06-2012 14:44
complimenti ti lascia un immagine nella mente
Maria Rosa Cugudda
+1 # Maria Rosa Cugudda 14-06-2012 21:34
Versi profondi e di gradevole lettura.
Aleksej
+1 # Aleksej 15-06-2012 20:56
Bellissima, complimenti.
Paolo Coscione
# Paolo Coscione 16-08-2012 22:43
grazie mille a tutte... è stata scritta tantissimi anni fa ormai... in un periodo bruttissimo della mia vita... credo nel mio piccolo, che sia una delle migliori che abbia scritto. Paolo

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.