T'insegnai a stringere il gelato
mentre si scioglieva
e a reclinare la testa per gurdare
nella notte le comete
il tuo nome risuonava limpido
nel mio cuore
coglievi fiori d'estate
tenendoli per mano

chiamarono te
in luoghi comuni
e il tuo nome
risuonò sconosciuto
nonostante indossavi
la veste della nostra prima volta

oggi non so dimenticarti
ma ho scordato il tuo labbro
fragolino

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: fgl  

Questo autore ha pubblicato 269 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

scoria
# scoria 16-07-2012 19:05
E' il genere di testo che non riesce ad attirarmi...
Kenji
+2 # Kenji 16-07-2012 19:50
scritta ottimamente, scorrevole e note poetiche non nuovissime ma intonate
cristina biga
# cristina biga 16-07-2012 22:46
condivido il commento di Kenji, mi è piaciuta molto le note poetiche non nuove danno comunque valore alla poesia sono nel tuo stile bella complimenti ....
alessandro t.
# alessandro t. 18-07-2012 15:00
mi è piaciuto " lo scordato labbro fragolino "

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.