Ricorrenti incubi affliggono questo mio presente di una tangente tristezza
fra singhiozzi e risvegli affannati.
Il plauso di quattro amici non giustifica le profonde e radicate stranezze
che ben si sposano con questa infelice alienazione.
I tempi dell’incoerenza sono finiti, così come i tempi della spensieratezza,
rimangono conti da chiudere, somme da tirare e fallimenti da dimenticare
strade da ripercorrere
strade da ripercorrere
Rimangono incubi da vincere cocci da raccogliere e aspirazioni da ritrovare
strade da ripercorrere
strade da ripercorrere
Rimangono abitudini da spezzare debolezze da abbattere e amicizie da ricomporre,
vecchi fantasmi che popolano di illusioni una dimensione infetta.
Come una ferita aperta si cicatrizza con una miscela di tempo e ossigeno,
così  io ripercorro le tappe di una guerra che mi ha lasciato solo col mio dolore,
aspettando che il tempo e l’aria pura mi riconsegnino alla falsità del mondo,
imbattibile ormai nel ciclo delle esperienze.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Charlie  

Questo autore ha pubblicato 615 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Nadezhda/Speranza
+1 # Nadezhda/Speranza 22-09-2012 20:39
I tempi non sono mai finiti, finchè abbiamo ancora da dire anche solo la metà di quello che hai scritto. Bella, un saluto.
cristina biga
# cristina biga 23-09-2012 15:31
condivido il commento di Nadia caro Charlie .... simpaticamente ti dico che mi sta diventando difficile commentare le tue poesie perchè sono sempre così belle e sopratutto vere ed intense che rischio di ripetermi ... bravo bravo di cuore ..... un abbraccio :-)
Francesco Losito
+1 # Francesco Losito 23-09-2012 22:51
Lo scritto è filosoficamente una via di mezzo tra il divenire eracliteo e la fissità parmenidea....d ifficile barcamenarsi nella nave della vita, in bilico tra trasformazione e fissità, rimpianto e nuovi orizzonti: la poesia-prosa di questo scritto infonde nel lettore questa incertezza esistenziale in modo efficace... (tema peraltro ricorrente nella tua poetica) insomma buca il video, come si direbbe in altri campi.
CALOGERO PETTINEO
# CALOGERO PETTINEO 24-09-2012 10:40
Una lettura desisamente apprezzata.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.