Una bambola di pezza

vestita a quadri

ed il sorriso cucito

sul viso

gli occhi in uno sguardo immoto

Senza emozioni apparenti

osserva il mondo

seduta nella vetrina

di un vecchio giocattolaio

Ma dentro un cuore ha,

Dio lo ha  posato in lei

in una notte d'agosto

fredda e tempestosa,

e soffre quel cuore

stilla lacrime

che dagli occhi di pezza

non possono fluire

Soffre nel sentire le emozioni

di chi la osserva in vetrina

e vede solo una bambola,

soffre impotente

le gambe, le braccia

perennemente immobili

assenti dal correre sui verdi prati

dal poter donare un abbraccio,

le sue labbra mai offriranno un bacio

e quel sorriso cucito

e freddo come nella morte

versa lacrime

La osservo anch'io

così colorata e grigia

mi vedo riflessa

in uno specchio maledetto













 

 

 

 

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: cristina biga  

Questo autore ha pubblicato 497 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Paola Pittalis
+2 # Paola Pittalis 25-09-2012 15:31
quante volte dobbiamo sorridere avendo la morte nel cuore...ciao Cristina un abbraccio
CALOGERO PETTINEO
# CALOGERO PETTINEO 28-09-2012 19:12
una metafora molto bella in una chiusa davvero suggestva. ciao Cri.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.