Boccaglio d’anice la prossima scoperta
di spezie mi arrampichi -all’unisono
aspiriamo questo fumo lieve, perdita d’identità
 
così è la chiave per entrare nel giro chiuso
della porta, quando si espone al massimo
la stanza indifesa, la schiena pronta
alla fionda improvvisa -senza dirlo
 
non sappiamo lo sballo: se piomba dall’alto
o è il segreto dell’acqua  -acqua di falce
di dialogo sillabico, orbitale elettrico
il pari finire ascensionale -si continua, crisma
 
in un adesso si chiude il fianco agli orologi
-che non si segni, il passo che allontana

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Rita Stanzione*   Sostenitore del Club Poetico dal 18-07-2015

Questo autore ha pubblicato 663 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Maru
+1 # Maru 01-11-2012 16:52
Rita molto sensibile per scrivere Poeta ...tu lascio stelli per tuo camino.

Maru
Nadezhda/Speranza
+1 # Nadezhda/Speranza 01-11-2012 18:20
Stupenda..nulla più.
poesie profonde*
+1 # poesie profonde* 01-11-2012 22:27
Molto brava, anch'io non riesco ad aggiungere altro
Francesco Losito
+1 # Francesco Losito 02-11-2012 00:06
geniale sillogismo. complimenti
Rita Stanzione*
# Rita Stanzione* 02-11-2012 00:58
vi ringrazio tutti :-)

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.