15338768 1825827034362412 6783451466635357485 n

Amore, sentimento nobile e meraviglioso che rende il tuo cuore gioioso.

Amore, travolge inebria i sensi ed intanto pensi a come stupirlo , a come colpirlo.

L' amore fa parte di noi, riempie le nostre vite, le nostre menti proviamo tanti sentimenti.

Innamorata lo sono stata, si' quanta felicita' , emozione era una splendida sensazione.

Poi pero' e' finito , il risveglio e' stato amaro, la delusione mi e' rimasta e l' illusione.

Ora, non lo so certo mi piacerebbe innamorarmi ancora , lo ammetto pero' per adesso sto bene .

Vivo , sempre sperando che quando arrivera' sia unico , speciale che di nuovo non mi faccia male.

L' amore, un ' esplosione di vita e di gioia per chi lo prova e per chi lo trova.

Un sentimento prezioso, da custodire e conservare, per chi davvero sa amare.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anna  

Questo autore ha pubblicato 37 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Stella a tre punte, maestosa e imponente,
compagna di viaggio, cromata e luccicante.
Sintonia elettrica di passione e poesia,
un connubio perfetto di arte e tecnologia.

Il suo abitacolo emana note di sicurezza
con finezza progettuale, spie luminose ed eleganza;
guidarla è un vero amplesso di emozioni,
tra comfort di guida e super prestazioni.

Un'orchestra sinfonica è il suo motore
tra suoni di valvole, cilindri e cavalli vapore;
un design aerodinamico di pura ingegneria
che permea l'aria con veemente maestria.

Mercedes-Benz,
uno stile inconfondibile e una linea senza tempo
che da più di un secolo illumina la strada di novità
oltre i limiti della velocità...
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Vito Marco Giuseppe  

Questo autore ha pubblicato 34 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
15193498 1824330347845414 4756408871979415591 n

In punta di piedi, dolcemente sono arrivata nel tuo cuore, come una dolce brezza profumata.

In punta di piedi, ho iniziato a conoscerti e sperare, che quel tuo cuore per me batteva.

Tu uomo ferito nell' amore piu' non credi, troppo dolore, troppa delusione.

Non so se idea cambierai, se di me ti innamorerai, non so se riusciro' a farti cambiare idea.

Se di nuovo all' amore crederai, so solo quello che per te sento provo, la purezza di questa sensazione.

In punta di piedi, con molta tenerezza so che imparerai a capire, come sono.

In punta di piedi nella tua vita sono arrivata, al tuo cuore mi sono avvicinata.

Ora , solo il tempo mi sapra' raccontare, ora dovro' solo aspettare.

In punta di piedi sono qui, per dedicarti , questi versi questa emozione che per te provo.

Anima mia , sapro' aspettare sapro' come cullare quel tuo cuore ferito, dall' amore trasformato.

Un uomo diverso diventerai, sono sicura che con me di nuovo all' amore crederai.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anna  

Questo autore ha pubblicato 37 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ti voglio bene,
vorrei essere accanto a te
crescere con i tuoi anni
toccare le tue emozioni
e vestirmi con i tuoi sorrisi.

Il mio bene è lì dentro le tue tasche
abbottonato al tuo cuore.
E' nei gesti senza forza, nei passi distanti da me,
nascosto in un piatto di pasta,
nell'ombra di ogni parola non detta.

Il mio bene è credere in te...
la parte migliore di me.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Carlo P.  

Questo autore ha pubblicato 22 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Ti cerco tra i vivi
ma non ci sei.
Non esisti, non sei
corpo, ma essenza,
un anima profonda
che ha cercato
i miei occhi.
Non fuggire, ora ho visto
il tuo viso, i tuoi occhi
come un placido mare:
e qui ti sei tradita.
Chi fugge, chi muore
sono io, chi ascolta
inerme il silenzio
nei tuoi occhi.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Salvatore Stefano  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Non mi importa
se sarà complicato stare con te,
l'amore a distanza si nutre di attesa e desiderio
e ignora il logorio del tempo.
Mia adorata Paky,
come fai tu a calmare la voglia di abbracciare
una persona quando non puoi farlo?
Voglio le tue braccia
incastrate nelle mie incertezze,
i tuoi splenditi occhi dentro le mie tempeste.
Tempo fa, senza volerlo,
hai soffiato sul mio cuore
ed hai acceso un fuoco che solo tu puoi spegnere.
Ti aspetterò tutto il tempo che ti occorre
per riflettere e decidere;
ti aspetterò perché per me altre mani,
altri occhi, altre voci, altri sospiri non hanno senso.
Paky...
Ti aspetterò perché
preferisco comunque la tua assenza
a qualsiasi altra presenza.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Vito Marco Giuseppe  

Questo autore ha pubblicato 34 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.



amicizia

Ti ringrazio... Vita,

per aver voluto ricordare i miei pensieri.

Ti ringrazio, ma credimi non li considero miei.

Tutto ciò che la mente suggerisce

attraverso infiniti rivoli

a noi viene da fonti sconosciute.

La Vita si scambia fra tutti

La Vera Vita è sempre viva,

grazie a tutti.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitore del Club Poetico dal 16-11-2017

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Dietro le fiamme, dietro il fumo, tu
Riappari. Un attimo è il tuo volto, tutto
Brucia, muta; si vede
Il brillio dei tuoi occhi tra le fiamme.
Ho poco tempo per non confondere,
Tra questo muro di fiamme,
La luce che mi salva dalla morte;
Non mi è consentito liberarmi,
Vederti, usare parole, baciarti:
Fuggire è l'unica azione
A me rimasta. Mostrati, se esisti,
Non essere vampa, non fumo,
Non morte, non il mio riflesso,
Raggiungi l'auge del cielo,
Sopra le vampate che m'isolano:
Sii tu, sii la vita.


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Salvatore Stefano  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Farete quattro giri 
intorno all'isolato 
costeggerete 
la rimessa delle barche 
e il muro 
del corridoio 
con spazzolone, 
sapone e dentiere 
dentro il cerchio 
di fuoco 
il Lunedì c'è sempre 
fila a quest'ora
<cosa consiglia dottore? >

Ostacoli, 3000 siepi 
sotto liane e ponteggi 
gare perse 
fra orologi 
e pranzi saltati 
a pie' pari 
loop di spari nella mente 
dello starter 
con il numero in tasca 
e la ricarica 
wind per Riccardo. 

In autobus 
dressage all'inglese 
non è ammesso 
sudare per estremo pudore, 
vorrete mica 
farvi rivedere
dalla comare Mariuccia 
sulle scale? 

Coprirete
il circuito ovoidale 
per almeno altre
dodici ore 
con le ciabatte 
a pedali in carbonio
e le tempie 
leggère leggère,
vi sembrerà di volare. 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: cordaccia  

Questo autore ha pubblicato 26 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
Tocco col palmo il vetro che separa
le nostre effuse energie. Accosto
il viso per veder scendere gocce
lente, e il crearsi della nube dell'alito
a sciogliere un'immagine, mutarsi
a un volto dietro la mia confusione,
l'inganno del vetro che ci separa.

Non so ben dir chi sei, o chi sei stata;
il tuo viso m'appare inopinato,
sempre più possiede senso, connotati
di te che nasci dal profondo atro;
o forse un ricordo errato.
Questa imago ha sempre più qualcosa
di te, ma non so ben dir chi sei stata.

Ti cadono i capelli ricci dolci
sulle spalle, afferri le mie assenti
mani, morte a cercarti
e ora son qui presenti,
sento il sangue che circola e riscalda,
mentre dinnanzi a me doni un sorriso,
il cuore, con i tuoi occhi amari e dolci.

Ricordo questo riso, raro, il segno
di te rimasta senza voce, morta
ancor prima di nascere passione.
Posso ora leggere nei tuoi occhi magnetici
la tua anima, il suono della tua voce
sfuggita alla mia essenza,
e sul vetro fatto umido incidere il tuo segno...


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Salvatore Stefano  

Questo autore ha pubblicato 21 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
23905507 1574088549338500 4500697582797436643 n
Donne vittime innocenti di uomini violenti.
Bruciate picchiate violentate abusate.
Uno scempio continuo quotidiano che sconvolge l' animo umano.
Lividi e botte che lacerano feriscono il corpo e l' anima.
Segnano consumano sentenze che non vengono applicate o condanne non appropriate.
La bestialità non ha confine la violenza uccide logora miete sempre più anime .
Spero che per queste donne ci sia giustizia affinché il loro sacrificio non sia vano.
Denunciamo aiutiamo ridiamo loro la speranza per una vita migliore senza dolore e piena d' amore.
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Anna  

Questo autore ha pubblicato 37 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.



femminicidio donne

Dicevi d’amarla

dicevi che era la tua vita.

Quella vita non t’appartiene più.

L’hai distrutta con la tua morbosità

la smania di possesso.

Ora… Non t’appartiene più

apparterrà al rimorso della tua coscienza

se ne possiedi una.

Hai infierito su di lei

non hai avuto pietà

non hai sentito il suo dolore

non hai visto il suo stupore, la sua paura

non hai visto cristallizzarsi le sue lacrime

mentre affondavi la lama

lacerandole le carni,

dal suo cuore

sgorgavano incessanti

fiotti rosso carmini

 saziando la tua sete malata.

Lei ti amava

e tu l’hai tradita

l’hai uccisa.

Hai ucciso colei che dicevi d’amare.

Amore malato

amore stuprato

amore violentato

amore ucciso.

Amore non amore,

amore assassino.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: genoveffa frau*   Sostenitore del Club Poetico dal 16-11-2017

Questo autore ha pubblicato 28 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
 

“ Sciolti nell’acido”,  versione aggiornata

del conte Ugolino al tempo delle cosche.

Zecche fastidiose questi ragazzi

hanno bisogno di tutto: attenzione,

calore, affetto, persino di un padre,

sia pure a singhiozzo. Decisamente troppo

per chi si crede il capo dei capi

sotto copertura e in missione segreta.

C’è alfabeto del male, dalla “ a alla zeta”

da imparare alla scuola dei lupi:

le donne sono puttane col drappo

di castità al collo, anche ladre

e bugiarde, è solo una questione

di tempo, il tradimento tra intrallazzi

e sotterfugi. Specie protette di mosche

d’allontanare con biglietto di sola andata.

 

 

 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: mybackpages*   Sostenitore del Club Poetico dal 29-08-2016

Questo autore ha pubblicato 287 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
(In memoria di Francesco)



Metto da parte l’aria

ed un sicuro confine,

un po’ di legna da ardere

e qualche pensiero,

per ripararmi quando pioverà.


L’autunno servirà

per proteggere le mie cadute,

mentre una croce smaltata

allontanerà il male

(dicono).


Due binari rassicureranno

ogni mia certezza,

tirandomi per la giacca

e indicandomi il cielo

che tace solo per non appassire.


Cammino lasciando alle spalle

il vapore del mio fiato,

il freddo è stato vinto

da quando ogni lacrima

ha sostituito le foto di te.


La paura muore nelle piazze affollate,

esalta la rivolta delle anime che non sanguinano,

dopotutto non è poi così lontana Cracovia

coi suoi cuori strappati.


Non è lontana nemmeno Praga,

con le sue primavere gotiche

e l’andirivieni di chi è rimasto.


Ogni carezza di questa neve

rende forza se sai comprendere

il motivo della sua caduta.


Se resto in silenzio

mi sembra di sentirti

anche se non ci sei

(lo so che ci sei sempre…).


Gioco col cristallo per non sentirmi sola,

ma quando ogni suo pezzo cavalcherà le mie vene,

non ci sarà rumore

ma solo la ferocia di un vento che,

invidioso,

lo spargerà in ogni luogo dove

(credo)

il tuo profumo si spande,

riportandomi a casa.


Solo così un diluvio d’anime

metterà pace ai miei sogni

(mi sono riaddormentata, si fa per dire).


[Sssshhhh]


Una palpebra invita alla vita

mostrandomi colori che non conoscevo

(sono sempre stati lì?).


Tra le insidie del mio battito

s’avventura il giorno

ed io ho urgenza di viverlo.

(Tu ci sarai sempre…).
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 86 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.
     Da qualsiasi punto la si guardi
-È essenza
- Veste di sensi assetati
  Esaltati -in spasimo d’amore;
   Libidine non alterabile
    Se non nel verbo.

  Da qualsiasi punto la si osservi
Appare in fuga
   Che solo per una certa pesantezza
   Non ha immediatezze verticali
-Ma sollevamenti- avvallamenti  certi
    Nel suo nascondimento orizzontale.

  E se ancora la contempli
   Nell’incessante altalenare
  -Comprendi quanto mai nessuno potrà
     Incorniciarla - mai comprenderla
Anticiparla.

   Se la sua linea è mossa
  La sua voluta è barocca
   Di tortuosità che non è limite
        forse- solo curva incalcolabile…
... Enigma Kafkiano- estremo dubbio Amletico
-Corpo e scena
   di semplice- passeggera eternità.
 

L'immagine può contenere: 1 persona
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Hera*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 04-05-2016

Questo autore ha pubblicato 386 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.