Un rifugio per i dimenticati della storia,

quel tipo di storia che zittisce pecorai

per pochi metri di steppa.

Taci, Thatcher, taci!

Stai riposando ora?

Il the a che ora lo servono?

Ora che il giocattolo è rotto

e l’atlantico ha ristabilito le rotte,

contiamo i superstiti.

Bum bum bang bang

suoni storditi dai nuovi tiranni,

dopotutto non è da oggi che

diplomazia non fa più rima con pazzia.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Henry Lee  

Questo autore ha pubblicato 70 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

MastroPoeta
+1 # MastroPoeta 03-12-2018 17:49
Enormemente...c omplimenti
Simone
+1 # Simone 04-12-2018 01:26
Originaria e credo esce fuori dagli schemi ..di ogni ideologia ..l'odio in doppio petto che cambia rotta ma non i mezzi ...
Complimenti.. sia per la sua struttura sia per aver saputo valicare i confini ..complimenti.. .HL..
Henry Lee
+1 # Henry Lee 04-12-2018 07:35
Un sentito grazie. HL.
Michelina
+1 # Michelina 06-12-2018 10:46
Dico semplicemente che mi piace molto.
Henry Lee
+1 # Henry Lee 06-12-2018 13:35
Grazie Michelina, un abbraccio. HL.
fintipa2
+1 # fintipa2 07-12-2018 08:16
un buon testo che nel riproporre il titolo di un vecchio brano dei Pink Floyd ripropone
la questione della lontananza dei tiranni vecchi e nuovi dai bisogni reali dell'umanità. ciao
Caterina Morabito*
+1 # Caterina Morabito* 09-12-2018 21:01
La bellezza di una poesia sta nelle emozioni che trasmette e a me la tua è piaciuta moltissimo , un caro saluto .
Henry Lee
+1 # Henry Lee 10-12-2018 08:18
Grazie di cuore Franco e Caterina. Vi abbraccio. HL.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.