L'allegria era immensa 

e tu eri con me .

Ora è  sufficiente  che tu esista 

e che tu abbia  insieme al mio 

un altro   sguardo, un altro braccio,un altro pensare , 

necessari  per crescere insieme.

Uniti nel  pianto antico  della  giovinezza 

 uniti nella ragione confusa della vecchiaia 

pensando, meditando ciò che è stato.

 Passi materni bisbigliano nostalgia 

  poi un brivido , i ricordi reinventano la fantasia .

Io ero l'edera tu il muro 

ti seguo e ti perdo nei  miei tronchi color di prato 

 germogliando insieme i giorni 

lenendo  ogni pena

 colmando e silenziando   ogni  paura. 

Hanno passi i  sentimenti 

dove tu hai seminato  amore 

io ho raccolto  pane e anima  , rifugio ,  focolare . 

Ferma in un altro paesaggio 

respiro il tuo respiro 

intingo i pensieri nei tuoi , "amica mia" 

e  una lacrima candida 

  diventa poesia.

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Caterina Morabito*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 14-03-2014

Questo autore ha pubblicato 741 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Silvana Montarello*
# Silvana Montarello* 22-09-2019 19:13
Che dire...stupenda complimenti.

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.