Quando nella tua stanza

ogni ambrogetta si stringe

stretta stretta ad un’altra

e alzandosi sulle punte

pare vogliano toccare la vela delle travi,

amica prova a rileggere una telefonata,

quando trascinavi il dito

nella rumorosa rotella per far il numero.        

Quando esci e il tuo soffitto

non ha stelle, e le pareti che ti porti

dietro ti girano intorno… prova

a entrare in una cabina telefonica

ma senza vetri, solo specchi…

Guarda negli occhi della donna che sei

danzare in cerchio le foglie d’autunno.  

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: MastroPoeta  

Questo autore ha pubblicato 442 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

Michelina
+1 # Michelina 06-12-2019 12:25
Mi piace molto.
MastroPoeta
+1 # MastroPoeta 09-12-2019 04:46
Grazie :roll:

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.