Come tirare piano una tovaglia
 per un angolo, una cosa da bambino,
ma non c'è rumore
solo spicchi
d'argento
breve cascata con frammenti

l'ala spezzata
 di un pappagallo
 del pane secco con le briciole.

Forse si sveglia uno degli occhi
o è stato del solletico,
a tirarmi dolcemente
 come un campanello.



1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
quanto hai gradito questo testo?
Profilo Autore: Alberto Automa*   Socio sostenitore del Club Poetico dal 24-02-2012

Questo autore ha pubblicato 1084 articoli. Per maggiori informazioni cliccare sul nome.

Commenti  

michele losito 1906-1990
+1 # michele losito 1906-1990 14-05-2013 21:39
mi ha ricordato la sinfonia dei giocattoli di leopold mozart padre di amadeus....semb ra strano ma è così.
Rita Stanzione*
+1 # Rita Stanzione* 14-05-2013 22:19
Una fantasiosa melodia presso la tavola, bellissima tutta da immaginare...
pierrot
+1 # pierrot 15-05-2013 06:42
non è bastata la caduta o il piccolo volo a risvegliare del tutto, molto era stantio. Piccolo campanello, un riso leggero per una vista ridotta. Il titolo è quasi tutto, freddo nel realismo. Affascinante scrittura.
Alberto Automa*
# Alberto Automa* 20-05-2013 12:11
...il giro per la casa stavolta porta la fantasia in una sala da pranzo... grazie a tutti

Collegati o registrati per lasciare un commento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio.